Calciopoli, la Cassazione: “Strapotere assoluto di Moggi”

Nove anni dopo Calciopoli non è ancora finita. Oggi sono uscite le motivazioni della Cassazione riguardo al processo che si è concluso il 23 marzo scorso, “protagonista assoluto” sempre lui, Luciano Moggi: “Più che di potere si deve parlare di uno strapotere esteso anche agli ambienti giornalistici ed ai media televisivi che lo osannavano come una vera e propria autorità assoluta” sottolineando  l'”irruenta forza di penetrazione anche in ambito federale”. Nelle sue “incursioni negli spogliatoi degli arbitri, al termine delle partite, non solo non lesinava giudizi aspramente negativi sull’operato dei direttori di gara, ma esercitava un potere di interlocuzione aggressiva e minacciosa, frutto soltanto di un esercizio smodato del potere – scrive la Cassazione -. Emblematici gli episodi che riguardarono l’arbitro Paparesta e il guardalinee Farneti”. E non solo. La Corte ha anche confermato, come si legge dalle motivazioni, che la rete Moggi inglobava anche i mezzi di comunicazione come ad esempio “Il Processo del lunedì” di Biscardi; lo stesso ex dirigente bianconero si adoperava per far sì che la moviola fosse sempre a favore della Juventus. Ricordiamo, per dovere di cronaca, che i reati a Moggi sono stati confermati e la condanna scese a 2 anni e 4 mesi, peccato però che nel frattempo sia sopraggiunta la prescrizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. No ragazzi é ovvio che si debba contestare dv…si farebbe fatica anche co messi e Ronaldo…

  2. ..e qualcuno continua a vivere per il calcio..poerini ..

  3. Ci voleva la cassazione per stabilirlo ?

  4. E ancora certi media sono di parte. Uno in particolare per ovvie ragioni visto il proprietario.

  5. Questo giornalismo ed in particolare le notizie
    ed filmati in TV si trova solo in Italia.
    In Italia hanno parecchio da imparare
    sull’etica sportiva. Qui non voglio elencare
    certe trasmissioni in TV.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*