Cannavaro: “Kalinic è la mia prima scelta e il mercato chiude a fine mese. Sembrava tutto fatto, poi…”

Kalinic esulta dopo un gol. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Finito il calciomercato, almeno in Italia, a La Gazzetta dello Sport parla Fabio Cannavaro, allenatore del Tianjin che ha provato in tutti i modi a portare Kalinic in Cina. E’ proprio l’ex giocatore della Juve a raccontare la vicenda sulla verità: “Kalinic è la mia prima scelta. Sembrava tutto fatto poi alcuni mediatori hanno cambiato idea cambiando atteggiamento e pretese. E’ ancora la prima scelta? Noi possiamo prendere ancora un altro straniero e in Cina il mercato è aperto fino a fine febbraio… Vediamo”. Lo stesso Cannavaro sottolinea come ormai fosse tutto pronto per il trasferimento di Kalinic in Cina, poi la trattativa si è arenata fino all’uscita pubblica del giocatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Claudioviola

    Grazie Stefano , ma nessuna diatriba ci stiamo confrontando civilmente come vedi non ci sono offese, mancano alla discussione i facinorosi che si guardano bene dal commentare una verità che manderebbe a monte il loro Gennaio di offese perché pensavano che bastasse leggere un articolino della redazione per sapere tutta la verità nient’altro che la verità!!anche io la penso come te per la fase della trattativa è o discusso animatamente,anche con la redazione,perché mi sembrava inverosimile che dopo essersi esposti pubblicamente,Corvino e ADV,per il pagamento della clausola,ripiegassero per i miseri 38 denari come strillato dai solo i!tutto qua saluti

  2. Se mi posso intromettere nella vostra diatriba,io la penso così. I cinesi hanno forzato la mano con il giocatore,che tanto un accordo con la Fiorentina pensavano di trovarlo facilmente(forse anche Cannavaro e i cinesi pensavano ai braccini corti come scrivono i soliti boccaloni),e invece la società Viola si è impuntata ed ha detto agli intermediari che i soldi erano 50 pippoli,e che magari potevano prendere meno percentuale lor signori intermediari per permettere al club cinese di arrivare a quella cifra. Ovvio che loro non sono stati d’accordo e tutto è saltato. Poi magari hanno anche provato a rimbonire Kalinic (con la cena extra di Firenze)chiedendogli di rinunciare a parte di quei 15 milioni annui di ingaggio,per poter così portare la cifra da 40 ai 50 milioni fatidici,ma lui li ha mandati a quel paese e tutto è sfumato.

  3. ..ma perché canavarro non va a rompere i c…. alla m….? di attaccanti ne hanno tanti, se ne perdono uno che problemi hanno. poi loro un altro attaccante lo trovano meglio di noi. ora sta pippa kalinic va o no la dobbiamo sopportare tutto il mese di febbraio? se hanno problemi gli prestiamo babacar.

  4. Sono d’accordo con te Claudio (anche se io l’intervista l’ho letta e non vista). Ma sono straconvinto che la Fiorentina Kalinic lo aveva già venduto a 40 milioni e a confermarlo ci sono gli incontri di Milano, l’intervento di Ramadani e la cena avvenuta direttamente a Firenze dopo l’uscita non autorizzata del giocatore…

  5. Claudioviola

    Appurato che una intervista su una TV non si presta ad interpretazioni di comodo, per il mio modesto parere significa che come detto più volte e da molti loro hanno fatto una offerta buona o molto buona a seconda dell’interpretazione ma non si sono avvicinati alla clausola. Stop il resto sono ricostruzioni di comodo e aggiungo romanzate ad arte

  6. Io l’ho letta quell’intervista Claudio ma non capisco che vuol dire: “La viola nonostante la clausola ha respinto”. Cioè se loro hanno offerto la clausola la Fiorentina non poteva respingere se non l’hanno offerta perche tirarla in ballo?
    Da quello che si può capire è che loro gli avevano offerto un tot e sembrava tutto fatto poi “alcuni problemi hanno fatto saltare tutto” riferito agli intermediari con la Fiorentina che evidentemente si dev’essere impuntata su un’altra cifra…così mi tornerebbe altrimenti non capisco che vuol dire cannavaro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*