Canovi: “Kalinic non è blindato con una clausola da 50 milioni. Non è cifra proibitiva”

Dario Canovi, decano dei procuratori, a Lady Radio ha parlato anche della clausola rescissoria da 50 milioni che è stata inserita nel contratto di Nikola Kalinic: “Se Nikola continua così la clausola da 50 milioni non lo blinda perché ora gli attaccanti centrali bravi non ce ne sono tanti a giro. 50 milioni sono tanti ma non sono proibitivi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. In molti ignorano il fatto che senza una grande vendita sia impossibili comprare giovani già affermati.
    Se vogliamo tenerli tutti fini alla pensione, continuiamo a giocare senza terzini, con un normalissimo portiere, senza fenomeni al centro della difesa senza ala destra e senza seconda punta.

  2. Buongiorno, secondo me chiedere 50mln per un giocatore che a Giugno compie 29 anni, vuol dire renderlo quasi inattaccabile. Non dimentichiamo poi che nella sua carriera mai ga passato i 15 goal, se poi arriva qualcuno che lo vuole strapagare, come dire si accomodi. Io sono convinto che i DV pur stando attenti al bilancio, e fanno bene, si fidano di Corvino più di qualsiasi altro, e autorizzeranno una spesa anche importante per sostituirlo, fermo restando che magari che il Corvo riesce a piazzare in colpo in entrata a una cifra anche modesta. Come è stato per Kalinic.

  3. Intanto blindano le casse della Fiorentina. Non mi pare poco. E poi blindare non è rendere invulnerabili. Kalinic è corazzato, ci vuole un proiettile costoso per perforarne la corazza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*