Caos alle spalle, ora Badelj deve ritrovare la sua geometria

L’estate viola è stata sul punto di caratterizzarsi anche per un’altra questione spiacevole, riguardante Milan Badelj: le parole del suo agente Joksimovic sembravano poter portare alla rottura, sventata invece dalla dirigenza viola. Il croato è rimasto, con molte nubi addensate sul suo futuro, ma senza aver di fatto mai parlato pubblicamente della sua volontà d’addio. Dopo una prima uscita così e così con la Juve e la panchina iniziale con il Chievo, la Fiorentina ha bisogno di ritrovare l’acume tattico e l’intelligenza del suo regista, già a partire dalla sfida di Marassi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. A gennaio via e al suo posto uno piu’ giovane e bravo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*