Capitolo attacco: qualcuno deve partire…e alla svelta

Babacar Visite mediche 2

La grana Gomez sta continuando a gravare sulla Fiorentina e l’impressione ormai è che la questione possa risolversi soltanto in extremis, stanti le richieste del tedesco e quelle della Fiorentina, che non collimano e fanno sì da ritardare l’uscita dell’attaccante. Allo stesso tempo Babacar non rientra nei piani di Sousa e per lui da tempo si cerca una sistemazione. L’Inghilterra è il paese dove c’è maggiore interesse per la punta senegalese, ma probabilmente, oltre alle richieste della Fiorentina considerate (e probabilmente) eccessive, è anche lo scetticismo del ragazzo ad un trasferimento all’estero che sta bloccando tutto. Kalinic piace al Napoli, ma è titolarissimo e non partirà salvo offerte folli. Le tante cessioni dei vari giovani e le partenze a zero di Pasqual e Roncaglia hanno liberato un po’ di budget, sicuramente non sufficiente però per l’acquisto di un titolare. E il tempo comincia a scarseggiare…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Ma che i della balle le tirino fuori come fecero con toni, e lo tengano un anno in tribuna. Ah già dimenticavo le palle dei della balle sono andate perse insieme al loro progetto! Poveri noi ormai schiavi delle bizze di cani e porci!

  2. Pur sapendo che vado contro corrente ma per me i problemi maggiori, che sono gli stessi della seconda parte della scorsa stagione, li abbiamo nel reparto di attacco. Pochi tiri nello specchio della porta avversaria e pochi coloro che si prendono il rischio del tiro preferendo il solito e sterile giro palla. Basta pensare che Vecino ha segnato solo nell’ ultima gara di campionato e che Borja quando tira verso la porta avversaria di solito è un retropassaggio al loro portiere

  3. Redazione, cosa manca per ufficializzare Tello?

  4. Non vanno svenduti e anche Gomez deve portare i soldi

  5. Se Corvino non abbassa il prezzo ci tocca a
    Tenercelo!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*