Capitolo rinnovi: i casi più scottanti

image

La Nazione fa il punto dei rinnovi in casa Fiorentina. Per David Pizarro vista la sua insostituibilità bisognerà augurarsi che non solo recuperi e giochi di più questo finale di stagione, ma anche che il prossimo anno il cileno sia ancora in viola. Un auspicio molto vicino alla realizzazione, visto che lo stesso giocatore, poco tempo fa direttamente dal Sudamerica dove era impegnato con la nazionale cilena ha confermato la volontà di rinnovare ancora per un anno il suo contratto in viola. Così fosse, per la Fiorentina, si tratterebbe della conferma di un’altra colonna della squadra degli ultimi anni, al pari di quanto recentemente avvenuto con il capitano storico del gruppo, Manuel Pasqual, fresco di un nuovo rinnovo di contratto annuale, annunciato alla vigilia della trasferta europea di Kiev. AL TERMINE della prossima stagione, poi, Pizarro sarebbe probabilmente più propenso a tornare in patria, nei cileni del Santiago Wanderers. Una posizione assai diversa da quella che sta invece vivendo il compagno di reparto Alberto Aquilani, anch’egli in scadenza di contratto e reduce da più di uno stop. IL RECENTE cambio di procuratore, con il suo approdo alla scuderia di Andrea D’Amico (che ha già curato, tra gli altri, il trasferimento di Giovinco in Canada) sembra andare in direzione di un trasferimento oltre oceano, nella Major League Soccer americana, o appunto in Canada dove il movimento calcistico è in forte ascesa. E nel nuovo continente, sempre in Sudamerica ma stavolta in Perù, potrebbe tornare anche Juan Manuel Vargas. La società viola non sembrerebbe disposta ad andare oltre il rinnovo annuale, da parte sua il peruviano vorrebbe almeno altri due anni. Vicenda complicata, infine, anche quella che riguarda Federico Bernardeschi, sulla via del rientro dopo il brutto infortunio che lo ha tenuto fuori a lungo, e recentemente finito nel mirino della Juventus e del Sassuolo (società comunque vicina ai bianconeri, in particolare sul fronte del mercato e delle comproprietà riguardanti gli attaccanti). Le percentuali relative a un suo rinnovo sono in netta controtendenza con quelle che riguardano Babacar, e anche se c’è ancora tutto il tempo per trovare un accordo con l’entourage del giovane calciatore, non si preannuncia per niente semplice il lavoro che attende la società per blindare un altro dei gioielli del settore giovanile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA