Caressa scoperchia un altro vaso di Pandora: “La Juve chiese la rimozione mia e di Bergomi da Sky”

Dell’annosa questione legata a Calciopoli è tornato a parlare il noto telecronista Fabio Caressa, all’Università Bocconi di Milano, tirando in ballo la Juve: “E’ stata una pagina molto brutta e io sono stato testimone di quello che accadeva, pochi mesi prima che accadesse. C’erano stati degli arbitraggi che facevano pensare, in particolare in un Bologna-Juventus vinto dai bianconeri per 1-0 con un goal di Nedved su calcio di punizione. In questo match per due volte sul bolognese Cipriani non fu fischiato il rigore e nell’intervista a fine gara lo stesso giocatore disse che gli episodi non erano importanti: Cipriani era un giocatore della GEA. Dopo che noi affrontammo l’argomento in telecronaca dicendo che due rigori non erano stati concessi, arrivò una telefonata all’allora amministratore delegato di Sky dalla dirigenza della Juventus che urlando chiedeva la mia rimozione e quella di Beppe Bergomi. Questa cosa accadde sotto Natale e lui stesso durante il cocktail ci disse di ricordarci che noi siamo Sky e siccome diamo noi i soldi alla Juventus per i diritti, magari un giorno chiederemo noi di decidere il loro allenatore ma loro non decideranno mai su quello che deve fare Sky. Questo fa capire che forza servisse in quel momento per resistere ad alcune pressioni. Il giorno dopo successe che sulla prima pagina del Corriere della Sera, ci furono due colonne di attacco nei confronti miei e di Bergomi dicendo che Cipriani stesso aveva detto che i rigori c’erano, mistificando la realtà in una maniera ignobile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Tifolamagliaviola

    In generale, il livello del giornalismo in Italia e’ molto basso: siamo settantasettesimi (77imi) nella World Press Freedom list, ossia sarebbe a dire che i nostri giornalisti non sono, tra le altre cose, indipendenti. E nel calcio si vede come non mai. Ovviamente non e’ tutta colpa dei giornalisti, ma dei vari gruppi RAI/SKY/Mediaset e di una classe politica che incita al perpetuarsi di questa situazione, come i milioni dati alla stampa scritta per far sopravvivere e lavorare dei giornali che altrimenti pochi comprano, nonostante siano imburrati di pubblicita’.

  2. Belvaromana57

    La Gobbo Connection

  3. Cencio che dice male di straccio. Carezza è di parte Benin può proprio lamentarsi. Anche noi dovremmo chiederne l’allontanamento.

  4. il signore.Caressa si dimentica troppo spesso di come snobba la Viola nei suoi interminabili sproloqui a calcio show è un servo delle milanesi quindi non si scandalizzi

  5. I soliti gobbi ladri che spadroneggiano con i loro poteri forti.
    È ovvio che così è praticamente impossibile competere sportivamente.

  6. Violino: purtroppo hanno manipolato l’ italia politicamente…..vedi fiat…ndr…(quelle macchine di *****!!!).e contemporaneamente lo sport quella famiglia e quella squadra sono una vergogna per l’ italia….la juventus fa schifo la loro spocchia è insopportabile mi picerebbe che non venissero più a giocare a firenze perderemo a tavolino ma perlomeno non saremo costretti a vedere le loro maglie schifose!!!!!!!

  7. Dedicato a quelli che il calcio in Italia è pulito ed Agnelli non è un mafioso

  8. Questo articolo è per i puri..quelli che pensano sia uno sport pulito..FV

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*