CARI DELLA VALLE COSA VORREBBE DIRE IL VOSTRO CUORE A FIRENZE E AI FIORENTINI?

Madonna che silenzio c’è stasera. Però anche di giorno, e pure di pomeriggio. Il malumore fra i tifosi viola si taglia a fette. I dirigenti danno spiegazioni che non spiegano. I giornali scrivono di una frattura (insanabile?) tra società e allenatore. In questo bailamme di umori, sensazioni, previsioni e musi lunghi i fratelli Della Valle che fanno? Niente. Non un gesto, non una parola. Zitti e mosca. Arroccati nella loro tetragona convinzione di avere sempre e comunque ragione e di essere vittime dell’ingratitudine di tecnici e tifosi. Convinti che il loro sia il silenzio degli innocenti. Forse la pensano come Mark Twain: la parola giusta può essere efficace, ma nessuna parola è tanto efficace quanto un silenzio al momento giusto. Ma questo è il momento giusto? Mettere il broncio a stampa e pubblico aiuta a superare un frangente di disagio e difficoltà per tutti, allenatore, squadra, società, tifosi? Non mi piace questo sound of silence. Possiamo interpretare questo pervicace tacere con una frase della poetessa Alda Merini: alle volte il silenzio dice quello che il tuo cuore non avrebbe mai il coraggio di dire. Cari Della Valle, cosa vorrebbe dire il vostro cuore a Firenze e ai fiorentini? Siamo ai titoli di coda della vostra passione per il colore viola? Allo stadio, domenica sera contro l’Inter, anziché l’inno della Fiorentina facciamo suonare il silenzio fuori ordinanza come si usa per certi funerali? A voi la parola (spero).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

58 commenti

  1. Ciao,
    Quinti nella classifica perpetua.
    Ed è la nostra realtà.
    Vedi anche a me piacerebbe vincere ma non tifo Viola perché così sono un vincente anch’io, questo per rispondere ai non viola, io tifo Viola perché sono Toscano, figlio di generazioni di toscani, perché mia figlia è nata a Firenze, perché vi ho lavorato e abitato, perché in Fiesole quando si canta “tutta la ‘urva” la mancanza di quella “c” mi accomuna e mi da senso di appartenenza, perché non capisco il senso di tifare per squadre di città a 300 km da me, città a cui niente mi accomuna, ne linguaggio, ne modo di essere e pensare, ne radici.
    Ossia …posso capire : tifo per chi vince così so bravo anch’io…un po frustrante…se gioco in una squadra e vince il merito è anche mio, ma se scelgo di tifarla e vince meriti miei, intrinsechi, zero.
    E poi è facile tifo Real e così so contento : ho vinto più coppe di tutti….
    Quindi ho tifato tifo e tifero’ Viola persino se dovessi andare in C2…dici che è successo ? Ah si è vero …ho ancora l’abbonamento di Florentia Viola.
    E anche per questo mi tengo i DV, famiglia forte, seria che ci permette di lottare per il terzo/quarto posto….3/4 categorie sopra a quanto i famosi ricavi ci permettono.
    Poi se un anno, per caso, le cose si mettono bene ..chissà .
    Poi se avete sottomano chi ci garantisce di meglio , figurati se mi fa schifo !
    Ma Tutunci no grazie

  2. Brutta faccenda. Ne usciremo tutti con le ossa rotte:
    i DV con un fallimento sportivo senza precedenti per gente delle loro risorse,
    l’allenatore con una fuga più aspra di quella di Prandelli,
    la squadra smembrata, ben presto nell’anonimato e poi…ancora più giù

  3. Sei un grande crostino nero un abbraccio la penso proprio come te

  4. Come allo stadio !!! Vi sgamo sempre ! Io nn gufo, semplicemente, in Italia tifo viola, Hellas e Toro, fuori tifo Liverpool e Barca, nel caso di quest’ultimo fin dai tempi di Arcibald centravanti (una pippa clamorosa) nn si vinceva niente, ma son così, a differenza tua, m’importa un tubo se nn vinco; mica si pole tifare una squadra solo quando vince !!!

  5. SONO CONTRO DELLA VALLE E DIRIGENTI…pER TUTTI I GIOCATORI ROTTI CHE ABBIAMO COMPRATO CI DOVREBBERO DARE UN TROFEO!!!!!!IL TAPIRO!!!!!

    comprare dei giocatori rotti invece di fuoriclasse….siamo noi i migliori..nessuno ci puo’ battere..assurdo…. poi dicono che i tifosi sono arrabbiati!!!!!!!!!

    w sousa
    abbasso proprieta’ e dirigenti con il braccino monco!!!!
    tifosi tutti uniti insieme a tifare la viola!!!!

  6. Una situazione grottesca che rischia di sfociare nel ridicolo. Una presunzione senza pari come arroccarsi nel loro eremo (ma quqale eremo una piccola località sconosciuta ai più), Si credono superiorialle passioni umane e il calsio in fondo è solo una passione, Per loro conta il business sempre e comunque e se c’è da ricavarne bene, altrimenti i “clienti” possono anche mangiarsi il fegato. A nuila sono valse le raccomandazioni dei vari Rialti e co sul fatto che in certi frangenti investire non vuol dire solo passione ma anche ritorno economico (se non ora quando?), niente, hanno proseguito nella politica del vivacchiamento o peggio della lesa maestà. Ma se vogliono continuare cos’ che se ne vadano veramente e liberino Firenza e la squadra viola dello loro permalosa presenza.

  7. Bibi, intervento perfetto e incontestabile. Aggiungo, questi mettono il cartellino del prezzo su tutto (nei recenti rinnovi di contratto, da Alonso ingiù, clausole rescissorie a go go) possibile che nn abbiano messo un prezzo anche per la società ? Magari chiedono troppo

  8. S69 ebbene si… Sono Gobbo e dove sarebbe il problema? Nonostante le infinite finali perse almeno noi si ha la soddisfazione di lottare per certi traguardi… E tra giocare certe partite e stare a vedere c’è una bella differenza… Come mangiare e stare a guardare! Te puoi ringraziare anche il Barca ma l’unico obiettivo che hai è quello di gufare…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*