Questo sito contribuisce alla audience di

Caro Doveri, ma te nel recupero dov’eri?

Per un’ora i cartellini gialli sono ad appannaggio esclusivo della Fiorentina, ma diciamo che questo è un peccato veniale all’interno di una prestazione di un arbitro, il signor Daniele Doveri, che ha dato il meglio di sé, o per meglio dire, il peggio di sé, nei minuti cruciali della gara, ovvero quelli finali. Ha giustamente cacciato Hysaj del Napoli per doppia ammonizione, ma lì si è sentito come in dovere (scusate il gioco di parole) di dover ‘rimediare’ in tutti i modi a questo ‘sgarbo’ fatto agli azzurri. L’espulsione rifilata a Maxi Olivera non è per niente chiara e poi permette di tutto e di più ai napoletani che si danno alla messinscena, alla sceneggiata. Tutti giù per terra (in particolare Callejon) e nei sei minuti di recupero si vedono sì e no novanta secondi di gioco, con buona pace della Fiorentina che non ha la possibilità di riversarsi in attacco come avrebbe voluto per raddrizzare il risultato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

24 commenti

  1. So dov’era: si era chiuso a chiave nello spogliatoio del Napoli!

  2. vergognosi i napoletani e vergognoso l’arbrito!!! e come sempre in ogni partita che perdiamo, a parte i nostri soliti errori, c’è sempre lo zampino di un arbitraggio a nostro sfavore 🙁

  3. ARTICOLO PERFETTAMENTE CENTRATO, OGNI PAROLA SAREBBE UNA RIPETIZIONE. MARIO MEROLA HA FATTO LO SPETTACOLO. Napoletani, siete degni di De Luca Presidente di regione

  4. Ora si è perso x colpa dell arbitro e non xche avevamo in campo almeno 4 giocatori da Crotone più che fiorentina…. Ridicoli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*