Carobbi: “Giusto confermare Sousa ma io sono innamorato di Sarri. Contestazione? Noi avevamo un leader come Passarella, ora…”

Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Stefano Carobbi, ex Fiorentina, è intervenuto a Stop&Gol, in onda su Radio Fiesole: “Mai mi sono tremate le gambe come lunedì sera quando ho calcato di nuovo il manto del ‘Franchi’, non tornavo sul campo dalla partita per Stefano Borgonovo. La squadra in coppa ha preso una bastonata, ma non meritavamo di passare il turno. Con il Torino ci siamo guardati con gli altri ex in tribuna e speravamo di non prendere gol, ed infatti sul 2-1 siamo calati troppo e la squadra ha risentito della contestazione. Sousa? Lui mette in campo le migliori risorse, sui cambi si scontenta sempre qualcuno. La società ha fatto bene a confermarlo, le voci destabilizzano solo la squadra. Per il futuro io sono innamorato di Sarri, che è una persona molto ambiziosa. La contestazione? Noi avevamo Passarella e ci trascinava lui quando ci fischiavano. Non vedo un leader adesso in questa squadra che possa fare lo stesso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Infatti la parola leader viene un pò troppo usata oggi come oggi, senza capire davvero che cos’è un leader. Uno come Passarella rappresenta perfettamente questa figura, e la Fiorentina di oggi, ma anche di ieri, se lo sogna

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*