Castrovilli: “Antognoni mi ha detto una frase che mi è rimasta in testa. E ora ho un sogno ben preciso…”

Lo scorso gennaio la Fiorentina ha deciso di puntare su due giovani del Bari come Giuseppe Scalera e Gaetano Castrovilli. Quest’ultimo è stato intervistato da Viola Week settimanale de La Nazione, al quale ha rivelato su Antognoni: “È la bandiera di Firenze, è inevitabile che certe affermazioni (il dirigente gigliato si è molto speso nei confronti di Castrovilli ndr) mi abbiano fatto piacere. Ho incontrato di persona Giancarlo il giorno della funzione pasquale e lì mi ha detto una frase che ho ancora ben presente: “Io ho parlato, adesso però tocca a te”. È vero, ha ragione. Adesso devo passare dalle parole ai fatti. Sogno di fare il mio esordio tra i grandi il prima possibile ma se non dovesse avvenire, continuerò a lavorare. Nella speranza che ciò possa avvenire l’anno prossimo”.

Castrovilli ha anche una grande passione come il ballo: “Perez è uno dei più bravi, ma anche Diakhate non se la cava male. Diciamo che nello spogliatoio facciamo tutti un po’ a gara a chi sa ballare meglio. Il mio amico Scalera? No, lui meglio di no… è ridicolo (ride, ndr)”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*