C’E’ CALCIO D’AGOSTO E CALCIO D’AGOSTO

Kalinic si presenta sul dischetto del rigore. Foto: LF/Fiorentinanews.com

C’è calcio d’agosto e calcio e d’agosto. Bayer Leverkusen, Schalke 04 e prossimamente anche Valencia, un trittico di partite delle quali ce ne frega veramente il giusto. Casomai possono interessare a Sousa, per verificare determinati dettagli e le condizioni dei singoli e della squadra in genere, ma per chi è tifoso della squadra viola contano solo a titolo di curiosità. Certo, fa piacere vedere la formazione del cuore che vince e fa bella figura anche contro compagini di livello internazionale, com’è accaduto l’anno scorso contro Barcellona e Chelsea ma, ribadiamo, sono incontri che lasciano il tempo che trovano.

Poi diciamo Juventus. Sempre calcio d’agosto, perché si gioca sempre in questo mese, ma tutt’altro tipo di calcio. Quello dei tre punti, quello delle gare che fanno classifica e che determinano la tua posizione finale in campionato. Senza contare l’aspetto psicologico e ambientale che riveste una partita del genere. Ecco, quello sì che è un appuntamento interessante, uno di quelli da seguire con la massima attenzione e uno di quelli che può far capire veramente a che punto è la squadra di Sousa. Con una piccola, grande postilla e al tempo stesso un campanello d’allarme (calcistico, lo sottolineiamo sempre, perché non parliamo di massimi sistemi): siamo alla fine della prima decade di agosto e ancora la Fiorentina è tutt’altro che completa. E per l’andamento che sta tenendo questo mercato, e qui parliamo in particolare ma anche in generale, c’è il forte rischio che anche allo Juventus Stadium si possa vedere una squadra ancora con un bel cartello cantiere “stiamo lavorando per voi” sopra.

Evitiamo schizofrenie estive, ma teniamo gli occhi bene aperti e viaggiamo con le spalle belle strette al muro per evitare di essere presi da dietro. Questa, crediamo, debba essere la linea da tenere per evitare suicidi e disperazione di massa, ma anche per non viaggiare col paraocchi e far finta che tutto vada bene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Tutto vero….ma il 20/08 è calcio d’agosto e a prescindere dalle vittorie o dalle sconfitte il punto è che si fa ridere!

  2. Ho le stesse impressioni per questo sognavo un miracoloso rinnovo di Sousa. Darebbe continuitá e sopratutto scaccerebbe molte nubi ma pare essere qui solo per ché costretto dal comtratto e….

    Insomma co vorrebbe una scossa come serviva a gennaio dal mercato ma dal mercato come non é arrivata a gennaio pare improbabile arrivi ora.
    Unico segnale può arrivare mancate cessioni di titolari importanti ma anche qui la sensazione e che aspettino solo le offerte giuste.
    Insomma bisogna aspettare fine del mercato e vedere se davvero non vogliono indebolirsi e sensazioni sono sbagliate.
    Alla fime basterebbero 2 giocatori veri senza perdere alcuni giocatori x noi fomdamentali ma bo…

  3. Concordo, ma non condivido tutto.
    Fa piacere vedere la propria squadra vincere, ma a me interessa gran poco, anzi meglio qualche sconfitta in più che ci fa stare tutti più in guardia.

    Quello che però salta a gli occhi è la continuità del tipo di gioco espresso attualmente con quello che la viola ci ha fatto vedere da dicembre ’15 a maggio ’16.
    Improvvisamente (magari dopo un paio di incontri) il gioco (non i risultati!!) risorge e dal nulla vediamo 3 o 4 azioni da goal nel primo tempo ed altrettante belle azioni nella ripresa … ?!?
    Me lo auguro per lei, ma ci credo gran poco, salvo qualche estemporaneo e fortunato incontro che saremo in grado di sfruttare in termini di punteggio.

    Per dare continuità credo ci voglia ben altro.

  4. Finalmente un po’ di buon senso nell’analisi. Bravo SDC
    Grazie un saluto S.D.C.

  5. Non c’entra niente il calcio d’agosto, il problema é che Sousa è rimasto contro voglia, alcuni calciatori vorrebbero andarsene il prima possibile, altri si auspicherebbero l’arrivo di qualche rinforzo serio e non giovanotti da svezzare e invece non arriva nessuno e inoltre alla proprietà non frega una beata mazza di cosa fa la squadra, e pure Corvino sembra ormai sfiduciato rispetto ai tantissimi problemi che su ritrova a gestire. Comunque FORZA VIOLA, sempre.

  6. Ciao Diego.
    Buone ferie.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*