C’è Chiesa al centro del villaggio Fiorentina

Federico Chiesa all'uscita dal campo. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Riprendendo un detto francese di Rudi Garcia che diceva: “Mettere la chiesa al centro del villaggio”, possiamo parafrasarlo così: “C’è Chiesa (Federico) nel centro del villaggio della Fiorentina“. Il motto portato in auge dall’ex tecnico della Roma significa riportare le cose nella giusta dimensione e se vogliamo possiamo utilizzarlo anche in ottica viola perché la Fiorentina con la vittoria a Baku ha ristabilito le gerarchie nel girone di Europa League che dopo la sconfitta casalinga contro il Paok sembravano tornate in discussione. Ma c’è davvero Federico Chiesa al centro del villaggio della Fiorentina, è lui l’uomo della partita (nonostante l’espulsione) ed è lui la vera nota lieta della trasferta in Azerbaijan. Una vittoria anche per Sousa che ha sempre creduto in lui e adesso comincia a vederne i frutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Michele da Milano

    Meglio lui che quel morto di tello

  2. Bene finalmente si punti su CHIESA il cartellino rosso pesa la sua inesperienza. Guardiamo al lato positivo e un GOAL del genere anche per condizioni ambientali è paragonabile a quello di BAGGINO A KIEV. Non era facile vincere e spero sia gestita bene la fase di rientro della squadra di regola i giocatori dovrebbero partire dopo aver svolto un allenamento defaticante.

  3. Questo nei giovanissimi e negli allievi era la riserva della riserva dei vari stranieri presi in giro per il mondo!!! I giovani bravi in Italia ci sono ancora basta fargli giocare!!! Certo se vuoi vincere la coppa Italia primavera o lo scudetto allievi devi prendere giocatori africani che per struttura fisica a 15 anni sembra ne abbiano 22-23 poi però quasi tutti spariscono nei dilettanti o galleggiano a fatica in lega Pro!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*