Questo sito contribuisce alla audience di

C’è Sinisa in cima alla hit parade della Fiesole

E’ possibile stilare una sorta di ‘hit parade’ dei cori più cantati dal cuore del tifo gigliato, la Curva Fiesole, nel corso di Fiorentina-Genoa. Il primo posto è stato conquistato dal tecnico Mihajlovic, cui non è stato concesso neanche il tempo di sentir terminare il minuto di silenzio per ricordare l’ex arbitro Giulio Campanati, per beccarsi il suo primo ‘Salta la panchina, Sinisa salta la panchina‘. Certamente ‘da podio’ i cori senza sosta per gli ex viola Dainelli e Frey: la curva non ha mancato di ricordare al portiere francese il motivetto sui suoi capelli che a Firenze lo accompagnava sempre. Indifferenza o quasi per Emiliano Moretti, timidi applausi all’ingresso in campo per Alberto Malesani, mentre Marco Rossi, ‘indimenticato’ protagonista dell’annata conclusasi con la serie B e il fallimento societario, è stato insultato ogni volta che ha toccato palla. Nessun incitamento per i giocatori viola:  applausi solo per Jovetic e per le giocate di Romulo, ‘Noi siamo qui solo per la maglia’ hanno scandito più volte i tifosi.

Fonte: Calciomercato.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA