C’E’ VAFFA E VAFFA. CARO KALINIC, NON SO SE TE NE SEI ACCORTO

Abbozziamola di parlare di vittimismo, così come non è serio parlare di complotto arbitrale ai danni della Fiorentina. Cerchiamo di soffermarci su un fatto particolare però: i ‘vaffa’ nel calcio italiano non sono tutti uguali. Allarghiamo ancora il discorso: ci sono giocatori che possono fare di tutto e di più con gli arbitri, mentre ad altri non è concesso proprio niente.

Qualcuno parlerà di “scoperta dell’acqua calda”, ma tacere in casi così non è possibile. Ne ha fatto le spese in prima persona il signor Nikola Kalinic, attaccante sempre molto corretto, uno di quelli che prende decine di pedate ogni domenica senza mai alzare la voce e senza mai protestare contro i direttori di gara. La sua imprecazione, scappata a fine gara e captata dallo scarso e permaloso Mazzoleni (non vogliamo pensare che sia in malafede, perché sarebbe gravissimo), è stata immediatamente sanzionata e gli è costata la bellezza di due giornate di squalifica. Hai voglia te a spiegare a Mazzoleni che non era rivolta a lui, ma che era solo un’espressione di disappunto, la mini stangata è arrivata puntuale.

Ma perché Kalinic sì e Bonucci, Totti, Chiellini (tanto per citare solo alcuni casi eclatanti) no? Il calcio italiano non va bene, a cominciare proprio da questi principi che non prevedono un’uniformità di decisione, ma mille pesi e mille misure a seconda di chi si trova coinvolto e di quale squadra fa parte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Se luke71 parla di leccaggio di piedi c’è da credergli. Lui è uno che se ne intende perché è proprio questo il suo mestiere.
    Leccapiedi dellavalliano.

  2. Ma quale Borussia! Era il Bayern!

  3. L’arbitro OVREBO non era in Borussia – Fiorentina bensì in Bayern – Fiorentina e io non ho visto la partita dei Tedeschi con il Real di ieri sera, ma come ho sentito i commenti la squadra di Ancelotti è stata massacrata dall’arbitro, mi dispiace solo x il ns/ allenatore Italiano, mentre sono contento x i Tedeschi che così anche loro vedranno cosa vuol dire essere derubati come loro fecero con noi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*