Cecchi: “Se non Ljajic, prenderei Cerci al posto di Joaquin. Vede più la porta e con Sousa sarebbe devastante”

image

A Radio Toscana il giornalista Stefano Cecchi butta nel calderone due nomi non indifferenti per l’eventuale sostituzione di Joaquin: “Sono sempre stato contrario ai ritorni però se vista la mancanza di tempo non ci fossero alternative io punterei su uno di due ex calciatori viola. Uno è Ljajic. Poi io ho avuto sempre grande affetto per Alessio Cerci, nel 4-2-3-1 che Sousa sta disegnando, con un terzino che gli copre le spalle, lui sembra disegnato apposta per giocare alle spalle dell’attaccante. Nel calcio di Montella Cerci è un’eresia; però il calcio a volte perdona in campo ciò che è stato fatto fuori dal campo. Per i colpi che ha, nel contesto tattico di Sousa, quindi con molto campo davanti da mangiare, potrebbe fare grandissime cose. In confronto a Joaquin per altro vede molto più la porta di Joaquin, in quel ruolo garantisce 12-14 gol che sono tanta roba. Tra le altre cose che ha fatto Cerci ha salvato la Fiorentina a Lecce, con un gol decisivo; capisco le perplessità caratteriali ovviamente ma in questo momento nessuno meglio di lui, per livello economico, sarebbe ideale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

32 commenti

  1. Magari.

  2. Cerci è un cavallo di ritorno discutibile ma sotto direzione di Sousa potrebbe fare molto bene

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*