Questo sito contribuisce alla audience di

Celeste Pin a FN: “Non vedo Pioli in difficoltà, la rivoluzione serviva ma a fine mercato la Fiorentina avrà una rosa competitiva”

Oggi siamo andati a sentire Celeste Pin, ex giocatore della Fiorentina, da sempre innamorato dei nostri colori e che oggi fa l’opinionista sportivo in televisione. Con lui abbiamo analizzato in breve la situazione viola di queste settimane.

Secondo lei Pin le tante cessioni della Fiorentina sono propedeutiche alla vendita del club da parte dei Della Valle?

“Questa è una domanda alla quale è difficilissimo rispondere, ma secondo me no, perché se la vuoi vendere non ti conviene renderla meno forte e quindi meno appetibile. Anzi, così facendo (cedendo cioè i giocatori più forti), gli eventuali interessi esterni rischiano di diradarsi”.

La decisione di Corvino di fare tabula rasa, non dichiarando incedibile praticamente quasi nessuno dei giocatori più forti in rosa, la trova d’accordo? La rivoluzione era insomma necessaria?

“La cessione di qualche big, ad esempio quella di Bernardeschi che sta per essere definita, servirà per completare la rosa e risolvere qualche lacuna. Certo è che capisco benissimo i tifosi, perché Borja Valero, Ilicic, Vecino, Bernardeschi e forse anche Kalinic, stanno partendo insomma un po’ tutti, ma credo che Pioli debba aver ricevuto delle rassicurazioni per accettare una proposta del genere. Lui lo conosco, non starà di certo a guardare se non verrà accontentato”.

Pioli quindi per lei ha ricevuto delle garanzie a livello tecnico?

“Ne sono certo. Lui conosce bene la piazza, quanto è esigente e quindi prima di accettare deve aver ricevuto determinate promesse. Questo è un momento di transizione, nel quale si stanno vendendo tanti calciatori, più che per ragioni di bilancio, proprio perché i tanti scontenti presenti in rosa hanno reso necessaria una rivoluzione. Pioli lo vedo tranquillo e non in difficoltà: gli avranno detto che avrebbero ceduto tutti quelli che se ne volevano andare, ma allo stesso tempo che dopo le cessioni sarebbero arrivati acquisti concordati insieme a tavolino. Per questo ora ci vuole un pizzico di calma e di tranquillità da parte di tutti”.

Allora chiudiamo con un’altra domanda da 1 milione di dollari: il 31 agosto secondo lei la Fiorentina avrà una squadra più forte o più debole rispetto a quella della passata stagione?

“Il 31 agosto la Fiorentina avrà la squadra giusta per raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati allenatore, società e proprietà. Se questi corrispondono ad una qualificazione all’Europa League, allora la squadra sarà competitiva per quello”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

28 commenti

  1. Supercannabilover

    Pin.. tu n’hai sparate almeno un paio belle belle

  2. Competitivi per il decimo posto…. vergognaaaa!!!!

  3. Io vorrei solo capire con quali modalità i DV hanno investito nella Fiorentna….
    Qualcuno sa dedurre dai bilanci con quale formula hanno “prestato” i soldi alla Viola?
    Sono certo che se solo una piccola parte dei ricavi sarà nuovamente investita è solo perchè la proprietà ha già un modo del tutto legale di stornare mlioni e rifonderli alla holding di riferimento.
    Vorrei capre…

  4. Beh DANIELE,la redazione è stata diplomatica,ma è vero al 100% quel che scrivi. Impossibile incassare 100 milioni e metterseli in tasca,perché nei bilanci di una società ci sono queste entrate,che poi devono risultare essere disponibili,oppure essere state rispese per acquisti o altre spese. Vittorio riuscì a prelevare i soldi della cessione di Bati alla Roma e a trasferirli nella sua finanziaria che versava in condizioni oscene,ma di li a uno sputo,falli’ lui,la sua finanziaria e la società viola.

  5. redazione, ma quello che scrivono in molti cioe’ incassare i soldi e vendere, tipo farli sparire, ma non e’ un reato? Sarebbe possibile? Io non credo
    Farli sparire in sé per sé. Molti utilizzano questa espressione in senso figurato. Redazione

  6. Vedi che vogliano fare ancora le cose per bene si nota anche dalle piccolezze
    Se come dite molti di voi vogliono vendere tutti i giocatori intascare soldi ed andarsene che motivo c era di pattuire il 10 % della futura vendita di Bernardeschi?Quei soldi potrebbero arrivare anche tra 5 anni con un altra proprietà. TUTTO POSSIAMO DIRE DEI DV MA NON CHE SI ARRICCHISCONO CON LA VIOLA.

  7. Beh TIFOLAMAGLIA,ma non è quello che vuole il popolo Viola tutto? Ho letto decine di commenti in cui era scritto che “meglio falliti che coi Dv,meglio retrocedere in B se questo serve a far andare via i Dv,basta un altro proprietario a caso per fare uguale e anche meglio dei Dv,via i Dv a qualsiasi costo” . E quindi,se adesso facessero ciò che molti auspicate,voi cosa fate? rimgambate? Io,te lo scrivo con convinzione e senza fronzoli,dubito fortemente che i Dv vendano la società a breve (e per breve intendo nei prossimi tre anni),e penso proprio che verrà costruita una squadra più che competitiva (ovviamente non certo per lo scudetto,ma per tornare in Europa di sicuro)e per quanto riguarda il fallire,tranquillizzati,non fallirai ne subito,ne più tardi,perché loro non avranno bisogno di fregare e stornare soldi dalla Acf Fiorentina come fece Vittorio. E quando lasceranno,lasceranno una società che magari non avrà vinto titoli,ma non avrà neppure mezzo centesimo di debiti e coi libri contabili in perfetto ordine. Non sarà una gran soddisfazione,ma il fallire non fa parte di questa società,garantito.

  8. Tifolamagliaviola

    Ha detto il marchese del grillo che vuole vendere la squadra, forse non e’ stato abbastanza chiaro, ora intasca, investe qualcosina in possibili plusvalenze future eppoi vende tutto al primo che offre di piu’. Non si fallira’, almeno non subito, pero’ staremo nella mediocrita’ della mezza classifica. Tutti contenti cosi’?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*