Centrocampo, da punto debole senza Pizarro a reparto decisivo. Sousa smentisce Montella

Si diceva che la Fiorentina senza David Pizarro perdesse il suo cervello, quel regista insostituibile capace di far girare la squadra, e lo sapeva fare solo lui tanto che Montella non rinunciava mai al cileno, neanche quando questo non era al top fisicamente. Poi in estate a Pizarro non è stato rinnovato il contratto e Sousa si è dovuto reinventare un reparto senza il cileno ma anche in questo caso il portoghese ha dimostrato che si può giocare al calcio anche senza il cileno. Si è passati da un reparto Pizarrocentrico ad un centrocampo più omogeneo e più autosufficiente con Badelj, Borja e Vecino che sono diventati padroni assoluti della mediana della Fiorentina, senza dimenticare elementi come Mati Fernandez e Verdù che sanno comunque come inserirsi in mezzo al campo. Sousa ha fatto di necessità virtù dimostrando che si può avere un centrocampo decisivo anche senza Pizarro, elemento che a Firenze ha fatto vedere cose straordinarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. L’ho detto giorni fa,ma nn ho avuto commenti.Suarez dietro tutti a fare il Mascherano?Cosa ne dite?

  2. L’avevo sempre detto che si poteva giocare e vincere anche senza Pizarro.

  3. Roberto Castellucci

    Di necessità….Verdù!

  4. Mah…a dire il vero scusa gioca con un centrocampo a 2 ovvero un pizarro o un pirlo non potrebbero giocarci per caratteristiche.sicche’ il mancato rinnovo non verra’ da sousa?.ma icchedite?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*