C’era una volta il “Franchi”

C’era una volta l'”Artemio Franchi” di Firenze, terreno di gioco quasi inespugnabile anche a fronte di una squadra non così forte dal punto di vista calcistico: a fare la differenza era l’ambiente, che ribolliva ed affollava gli spalti dello stadio fiorentino. Nell’ultimo periodo purtroppo, anche a Firenze il trend si è affiancato a quello in calo, caratteristico di quasi tutte le altre piazze italiane. Questa sera ad assistere a Fiorentina-Inter ci saranno circa 30.000 spettatori, non pochi per carità ma neanche così tanti se raffrontati ai dati delle stagioni precedenti, quando un big match in posticipo faceva scavallare anche quota 40.000. Il meteo, le tv, le difficotà economiche sono tutte motivazioni più che valide e lecite a giustificazione del fenomeno, che però mette un po’ di malinconia. Un sentimento che verrà acuito anche in occasione della sfida con il Tottenham, quando al “Franchi” saranno in poco più di 20.000: in quel caso ci si metterà anche l’orario infelice e lavorativo delle 19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Io ci sarò stasera, giovedì, ma solo per la maglia!!! Sorelline permalose a casa! Mi sono rotto le xxxxx di essere preso per il xxxx da queste buccie! È l’ora di vendere!

  2. Mi raccomando facciamo resuscitare pure questi cadaveri!

  3. la viola si segue sempre lavoro pwrmettendo.Ma sinceramente nel 2016 anche in polonia hanno stadi coperti e decenti dove ci si gode una partita.

  4. Sciopero a parte, penso che dopo il quarto d’ora, sarà la solita bolgia. L’orgoglio fiorentino, contrapposto all’arroganza delle strisciate meneghine, farà ruggire il Franchi. Come è sempre stato, è e sarà sempre. La Fiorentina è l’identità di un popolo ! Il popolo viola !!!

  5. Tutti a sostenere la Viola!! Forza che dobbiamo vincere assolutamente!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*