Questo sito contribuisce alla audience di

Cerci: “Se oggi sono questo calciatore lo devo anche a cosa ho vissuto nella Fiorentina. A Firenze posso dire grazie”

Oltre a quanto riportato in precedenza in mattinata, c’è anche un’altra dichiarazione che Alessio Cerci ha dedicato alla sua vecchia squadra, la Fiorentina, che lo ha ceduto prima in comproprietà e poi a titolo definitivo, al Torino: “Se oggi sono questo calciatore, lo devo anche a tutto quello che ho vissuto nella Fiorentina dove ho trascorso anche momenti belli. A Firenze posso dire grazie perché è stata una tappa importante della mia carriera, che mi ha fatto anche crescere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA