Che fine ha fatto La Roca?

Sanchez pronto a passare il pallone. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Il gol contro il Chievo e le prestazioni nelle prime partite stagionali avevano fatto salire Carlos Sanchez agli onori della cronaca e il colombiano era entrato di diritto nel cuore dei tifosi gigliati, anche per quella capigliatura alla Jimi Hendrix così particolare. Nell’ultimo periodo però, l’ex Aston Villa è finito nel dimenticatoio: basta pensare al minutaggio avuto nelle ultime nove partite (sei di campionato e tre di Europa League). In Serie A è partito titolare soltanto contro l’Atalanta, mentre in tre occasioni è subentrato negli ultimi minuti di gioco e per due volte è rimasto in panchina per tutta la durate dell’incontro. In Europa invece, Sanchez è partito titolare solo una volta contro lo Slovan Liberec, mentre nelle altre due partite è entrato a gara in corso. Questi numero, pur essendo innegabili, non bastano a fotografare un calo di rendimento piuttosto netto: la sfuriata di Sousa durante la gara contro il Cagliari è un esempio di quello che i numeri non possono raccontare. Il cambiamento di modulo del portoghese poi, non ha fatto altro che ridurre gli spazi di Sanchez, diventato la quarta scelta del centrocampo della Fiorentina dietro a Borja Valero, Badelj e Vecino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. supercannabilover

    E’ in panca perche’ e’ il piu’ scarso dei centrocampisti che abbiamo comprese le riserve

  2. Qui i tifosi del lunedi pensano di saperne più di Sousa il quale monitora i suoi giocatori tutti i giorni in allenamento. Già da questo si vede quanto ci capite di calcio e quanto poco buon senso avete.

  3. Purtroppo nelle ultime partite Sanchez ha avuto un rendimento molto insoddisfacente, anche nella partita contro il Paok, pur se l’errore di Tomovic è proprio da dilettanti, lui non ha minimamente raddoppiato sull’avversario. Senza contare le cappelle commesse nel II tempo quando è subentrato nelle altre partite. Il ragazzo si è un po’ seduto. Qui tutte le colpe a Sousa io non le darei. Anzi

  4. Valento in mezzo e’ un suicidio calcistico

  5. Nessun calo , ora lui preferisce giocare con badelj e borja in mezzo , 4-2-3-1

  6. Quando si renderanno conto che la “palla al piede” della Viola è solamente quel pseudo allenatore portoghese sarà troppo tardi. Lui, le sue balzane idee e i suoi pallini, Zarate e Sanchez li relega in panca, unitamente a Babacar mentre Tomovic lo fa giocare sempre anche se è il più scarso della difesa.

  7. Fracazzo da Velletri

    Titolare nella sua nazionale al 5 posto della classifica fifa (Italia in 13 posizione ) non e in grado di giocare titolare nella attuale ottava squadra del campionato italiano !!!qualche dubbio sul fatto che il suo allenatore lo impieghi male non vi viene ,altrimenti Corvino che affare ha fatto??

  8. Come fate a dire un calo di rendimento se il genio della panchina non lo fa più giocare. Io direi un calo di gradimento da parte del coglione della panchina che non significa scadimento di condizione fisica. Io lo farei giocare sempre, se poi gioca uno come tomovic è tutto dire.

  9. Piedi di piombo!!!!!!

  10. supercannabilover

    E sull’uscio del parrucchiere ma non e’ convinto di entrare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*