Questo sito contribuisce alla audience di

Che lotta tra i pali!

C’è molta curiosità attorno la Fiorentina riguardo la situazione portiere. Infatti a partire dalla prossima stagione Vincenzo Montella avrà a disposizione due estremi difensori di alta caratura: al brasiliano Norberto Neto, si è aggiunto Ciprian Tatarusanu, giunto a parametro zero dalla Steaua di Bucarest. Nella scorsa stagione l’ex Atletico Paranaense ha vissuto un rendimento tra tante luci e poche ombre a differenza del passato,e potrebbe essere riconfermato come il numero uno gigliato. Occhio però al gigantesco Tata: ottima esperienza europea, buona tecnica di base e reattività fantastica dati i 198 centimetri. Bella sfida dunque, sarà il campo a decidere chi si meriterà la palma di titolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. in Europa League ed in Champions League ha disputato molte edizioni caro Franco! non da protagonisti, ma ci sono arrivati.
    Redazione

  2. Bisognerebbe trasformare il detto “la pazienza di Giobbe” in “la pazienza di Neto”.

  3. Povero Norberto, dopo tanto patire, ora deve ricominciare da capo. Se fossi in lui, chiederei la cessione.

  4. Tata è stato chiesto da Montella. E’ lui il titolare, altrimenti non sarebbe venuto. Un portiere come Neto non diventa buono in 3 mesi. Può diventarlo, ma per adesso non è all’altezza. Tra Tatarusanu e Neto ci corre quanto tra Toldo e Mattolini. Non capisco questo continuo tirare la corsa a Neto da parte di alcuni soggetti che in teoria dovrebbero tifare viola.

  5. Ma quale lotta!?!?!? Peto da collodi sarà spiaccicato in panchina

  6. Tata è stato chiesto da Montella lo scorso marzo. E’ lui il titolare, altrimenti non sarebbe venuto. Non si può aver cambiato idea su Neto in 3 mesi. Un portiere non diventa buono in 3 mesi.Voi della redazione siete insensatamente (credo) di parte,scrivendo pure che Neto ha avuto molte luci e poche ombre..ma dove!? nei primi 5mesi è stato una catastrofe e negli ultimi 3ha cominciato a parare decentemente. Il raffronto con i primi mesi ha fatto sembrare che parasse ancora meglio,ma niente di che

  7. L’ esperienza internazionale del rumeno si limita a quella fatta con la squadra di Bucarest, e non mi sembra che detta squadra abbia fatto chissà quale esperienza in campo internazionale. Non basta essere alti per diventare buoni portieri.
    Per me, fino a prova contraria, Neto resta il migliore.

  8. io non sono un estimatore di Neto: l’ho criticato spesso perchè, secondo me, è un portiere normalissimo che non diventerà mai un grande portiere…
    ma mettergli vicino un altro possibile titolare, non so se sia stata una scelta giusta…
    a meno che il Romeno non sia stato preso proprio perchè il tecnico e la società hanno dubbi e considerano Tata il titolare…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*