Questo sito contribuisce alla audience di

Che neutralità sia!

La vittoria per 3-0 di ieri sera da parte degli uomini di Benitez sulla Roma ha di fatto sancito un’importante, se non fondamentale base di partenza per la finale di Coppa Italia che la Fiorentina andrà a giocarsi a inizio maggio (la data è ancora incerta): sarà effettivamente una partita giocata in campo neutro. In tanti avevano storto il naso all’idea di giocare contro la Roma all’Olimpico, che oltre che essere il terreno di gioco abituale dei giallorossi, avrebbe anche garantito una maggior affluenza di pubblico di fede romanista. La distribuzione dei biglietti per la finale infatti riserverà un terzo ciascuno alle due tifoserie e l’ultimo terzo alla Lega Calcio, il che avrebbe favorito indubbiamente i tifosi della Roma. Detto ciò, è probabile poi che da Napoli arrivino più sostenitori rispetto a quelli viola, considerate le dimensioni delle due città, se pure la capitale sia più o meno a metà strada. Resta il fatto però che entrambe saranno ospiti sul terreno di gioco dell’Olimpico e in un confronto in cui i valori tecnici saranno molto simili, non avere svantaggi di tipo territoriale ha fatto sicuramente tirare un sospiro di sollievo alla Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA