Questo sito contribuisce alla audience di

Chi è Gaspar? Intanto separiamolo da Gilberto e Diks

Il timore, quando dal mercato arriva un carneade per pochi milioni, è che si tratti del solito flop, destinato a qualche comparsata sporadica per poi dileguarsi nel nulla. A Firenze abbiamo dei precedenti più o meno attinenti a questa definizione, soprattutto nel ruolo di terzino destro, quello ricoperto dal portoghese Bruno Gaspar. Intanto il caso di Gilberto, brasiliano giunto dal Botafogo nel 2015 e reduce da qualche presenza nella Serie B del proprio paese: in campo Sousa ce lo mandò addirittura da titolare nell’esordio con il Milan, per poi dimenticarlo pian piano. E il prosieguo di carriera non ha avuto particolare fortuna neanche nel Latina, retrocesso dalla B alla Lega Pro. Un altro esempio è Kevin Diks, su cui però ci teniamo qualche riserva nel giudizio vista la giovane età: anche lui giunto per una cifra piuttosto bassa e inutilizzato la scorsa stagione. Il suo sviluppo, come quello di Gilberto, evidentemente non li rendeva pronti per l’Italia; diverso forse il discorso Bruno Gaspar, che del Vitoria Guimaraes è stato grande protagonista nelle ultime due annate, chiuse al decimo e al quarto posto, ma anche dell’ultima finale di Coppa del Portogallo, persa in finale col Benfica. Se arriverà alla Fiorentina lascerà i compagni in Europa League e si presenterà con un curriculum decisamente diverso rispetto ai suo sfortunati predecessori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

31 commenti

  1. Un motivo valido potrebbe essere che sono già apposto per quel ruolo. Un altro motivo potrebbe essere che anche in Portogallo si gioca in 11 e non in 150….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*