Chi l’avrebbe mai detto?

Activa Foto
Activa Foto

3 Maggio 2014, il Napoli sconfigge, più o meno meritatamente, la Fiorentina a Roma in finale di Coppa Italia. Giornata surreale: prima gli scontri poi gli eccessivi sfottò dei Campani nei confronti dei tifosi viola presenti allo Stadio Olimpico. Da quella sera la rivalità tra le due tifoserie si è più che amplificata, con conseguenti striscioni e cori più o meno discutibili. E oggi? Due anni dopo siamo arrivati alla partita di stasera tra Inter e Napoli, partita che rischia di riaprire la lotta per il secondo posto (in caso di una sconfitta del Napoli e della possibile vittoria della Roma contro l’Atalanta) ma soprattutto acquista valore per la lotta al quarto posto. Mancano solo 6 partite alla fine della stagione e l’Inter vincendo stasera, scapperebbe a +5 proprio sulla Fiorentina e acquisirebbe sicurezza in vista della volata finale. Inutile quindi negare che stasera tutti i tifosi viola, seguiranno la partita tifando per la squadra di Sarri. Dopo quella “maledetta” finale, chi l’avrebbe mai detto?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Esatto. Quello che si prova e che si sente in giro è proprio questa parola. Disamore. Complimenti per averci portato a questo, per quanto mi riguarda sembrava impossibile. Domani succeda quel che succede non.me ne frega un ca**o

  2. Gabriele sei troppo forte ….purtroppo la penso in maniera identica e me ne dispiace.
    Ho passato domeniche e serate piu o meno entusiasmanti a tifare fiorentina ma un disamore societario come questo non lo avevo mai visto e sfortunatamente tale distacco sta contagiando anche i tifosi

  3. Io stasera vo’ di molto fori. Di romani, napoletani e milanesi sponda Inter non me ne può fregare di meno. Idem dicasi domani per quella patetica accozzaglia di bambini senza carattere, allenata da un sopravvalutato che si sta facendo gli affari propri da almeno due mesi e affidata alla dirigenza di un gruppo di dilettanti senza programmazione, a loro volta guidati da dei ragionieri privi del minimo straccio di passione. Quarto o quinto posto cambia poco, è comunque una posizione fin troppo di prestigio per questo teatrino ambulante. L’unico aspetto positivo di domani potrebbe essere la possibilità di vivere una bella giornata di sole, guardando in alto sia per abbronzarsi sia per evitare di seguire lo scempio che nel frattempo si compirà in campo. Per fortuna, però, ha riaperto la spiaggetta sull’Arno: lì fa più fresco e c’è un po’ di f**a.

  4. Teoria molto ardita

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*