Questo sito contribuisce alla audience di

Chiarugi: “Abbaiare addosso ai giocatori viola non serve, ma Firenze deve far sentire la sua voce. Alla Fiorentina serve compattezza”

L’ex attaccante della Fiorentina Luciano Chiarugi analizza così la situazione attuale della squadra viola intervistato dal Corriere dello Sport-Stadio: “Le tre vittorie consecutive con Udinese, Benevento e Torino avevano aperto uno spiraglio di sole e invece a Crotone si è frenato quell’entusiasmo. Siamo riscivolati nelle perplessità. Con la Roma sapevo che avremmo pagato i nostri “difettucci” alla lunga, nonostante un buon primo tempo. Ora serve esperienza e dialogo. Allenatore e squadra devono formare un binomio inscindibile e parlarsi con chiarezza. Nello spogliatoio è soprattutto il tecnico a dover parlare ma devono avere un ruolo anche tre giocatori in particolare: Astori, Thereau e Badelj. Pioli deve lavorare sulla testa di tutti i giocatori oltre che sulle capacità e la tecnica del gruppo. Serve rimanere compatti. E tutti devono stare attenti a tutto, compresi gli allenamenti e la vita privata. Io ho molta fiducia nel lavoro di Pioli e le cose si aggiusteranno, anche grazie ad Antognoni in società. I tifosi? Ne abbiamo passate di tutti i colori e posso dire che abbaiare addosso ai giocatori non giova. Firenze deve far sentire la propria voce ma serve anche pazienza e la tranquillità dei calciatori è importante. Tutti vogliamo bene alla Fiorentina e speriamo possa risollevarsi nelle prossime due trasferte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Ma smettila fabio83 con quella frase sempre uguale..la grinta o ce l’hai o non ce l’hai..non si compra da nessuna parte..ma quanti anni hai seriamente? FV

  2. Noi tifosi dobbiamo farci sentire perché sembra che tutto quello che succede sia normale. Pioli deve lavorare anche sulla testa, non si deve mollare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*