Chiarugi è fiducioso: “Sousa come Pesaola. Quest’anno le premesse per sognare ci sono tutte”

140 presenze, 33 gol in maglia viola e uno scudetto vinto. Luciano Chiarugi a Radio Blu, ha ricordato il tricolore vinto in viola nel ’68/’69 e fatto un parallelismo tra la viola di allora e quella di oggi: “Similitudini tra le due “Fiorentine”? Allora nessuno a inizio anno avrebbe scommesso su di noi. Questa invece è stata costruita piano piano per disputare un buon torneo. In rosa ci sono giocatori importanti diretti da un buon allenatore. Ovviamente in questa Fiorentina c’è molto di Montella ma con Sousa la squadra riesce a far meglio e essere più incisiva. Per me le premesse per sognare ci sono tutti. Se vogliamo fare un accostamento tra la viola ’68/’69 e quella attuale direi proprio l’allenatore: con Pesaola trovammo un allenatore con caratteristiche simili a Sousa. Ci motivava in maniera molto forte, ci ha inculcato una mentalità vincente per tutto il campionato senza essere altezzosi ma semplicemente convinti dei nostri mezzi. La nostra era una squadra composta da tanti giovani; la società, oggi, deve fare come allora: credere nei ragazzi come Babacar e Bernardeschi e dargli fiducia.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*