Questo sito contribuisce alla audience di

Chiarugi: “Lasciamo lavorare Sousa. Ogni partita viene messo in discussione e giocatori si rifugiano dietro questo alibi”

Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Luciano Chiarugi, ex-attaccante viola e Campione d’Italia con la Fiorentina, a TMW Radio parla di Fiorentina-Napoli e di mister Sousa: “La Fiorentina ha dimostrato di avere gli attributi giusti e ragazzi terribili come Bernardeschi e Chiesa, in forma smagliante. E sottolineerei il gol di Zarate. Il Napoli gioca un bel calcio, direi che ha pagato l’assenza di Koulibaly. Sousa da confermare? Dipende da lui. Adesso è al centro dell’attenzione e ci dispiace, dato che c’è un girone di ritorno da giocare. Significa che ad ogni partita si metta in discussione l’allenatore e i giocatori sotto un certo aspetto possono rifugiarsi dietro quest’alibi. Lasciamo in pace Sousa, facciamolo lavorare e poi solo quando i giochi saranno fatti si può chiudere e iniziare un ciclo nuovo. Anche se mi spiace perché soprattutto l’anno scorso con Sousa abbiamo visto un bel calcio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. il rischio che i giocatori si nascondano dietro a quest’alibi si sono già manifestati!! ma non si può non dire che sousa ha sbagliato diverse cose!! i giocatori pensino al campo!!

  2. purtroppo DI PERSONE INTELLIGENTI ce ne sono poche , MA NEANCHE INTELLIGENTI , diciamo non DEMENTI, perché rientra nella normalita’ pensare che SOUSA E’ UN BUON ALLENATORE CHE SE LASCIATO LAVORARE IN PACE e se gli acquistano un giocatore che sappia coprire la fascia destra in modo da non gravare Chiesa e Tello da compiti troppo difensivi, otterra’ buoni risultati e soprattutto fara’ crescere i nostri giovani perché di calcio ne capisce e molto…

  3. Chiarugi ultimamente mi risulta difficile essere d’accordo con qualcuno in merito al tema Sousa, perciò non posso che condividere il tuo pensiero. Questo continuo mettere in discussione l’allenatore sta davvero sfinendo la pazienza di un santo. E come dici tu i conti si fanno alla fine. I tifosi DEVONO sostenere i giocatori e Sousa a pari livello, anche perchè è grazie a Sousa se la davanti vediamo uno spettacolare Bernardeschi e un piccolo grande Chiesa.

  4. Con Sousa allenatore nei prossimi due anni ci sarebbero almeno 5 ex primavera nella rosa delle prima squadra. Il primo giocatore a colpirlo è stato Diakhate ma poi non c’è stato un seguito e ciò può significare che probabilmente il ragazzo non ha la testa adatta per fare il calciatore di alto livello, praticamente come Babacar.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*