Chiarugi: “Se la Fiorentina vuol vincere qualcosa non si possono sempre vendere i migliori. Sousa aveva chiesto rinforzi eppure…”

Sousa Udinese

L’ex giocatore della Fiorentina, Luciano Chiarugi, ha analizzato la sconfitta dei viola a San Siro, intervenendo a Radio Anch’io Sport: “Basta che manchino due giocatori come Gonzalo e Badelj ed ecco che la Fiorentina non è più la stessa. Ci fossero stati questi rinforzi che l’allenatore aveva chiesto a quest’ora la faccenda sarebbe potuta essere diversa. Nel corso degli anni la Fiorentina ha venduto giocatori come Jovetic, Ljajic, Cuadrado, Savic, non ha tenuto Salah, se davvero si vuol vincere qualcosa, giocatori così vanno conservati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Se no sbaglio anche lo stesso Chiarugi a suo tempo fu venduto al Milan x fare cassa, o no!!!! purtroppo la realtà della Fiorentina è questa e se ai DElla Valle non faranno fare sto benedetto stadio la situazione secondo me peggiorerà ancora, spero di sbagliarmi.

  2. Tutte le cose che dite ragazzi sono vere,sia quelle in favore della Proprietà che quelle dette contro!Il cuore ci spinge sempre ad essere fedeli,ma essere fedeli cosa significa accettare la cieca politica di una società fantasma?La verità e che i Della Valle conducono la Viola come se fosse un’azienda.La squadra del cuore non può essere un’azienda,la nostra viola vibra nel nostro cuore e se non c’è cuore allora c’è l’interesse aziendale!L’hanno persa x un tozzo di pane e si ritrovano un capitale

  3. Anche qui, niente di nuovo, questa è la filosofia societaria, finchè non ci sarà il nuovo stadio che dovrebbe dare i proventi per fare una squadra più forte, il bugget messo a disposizione, impone, quasi sempre, di vendere quello più quotato, per finanziare la campagna acquisti; da qualche anno i Della Valle ripianano i bilanci e quest’anno si è ridotto il costo complessivo stipendi giocatori, per stare in linea con il pair play finanziario.

  4. Noto evidentissima sproporzione tra la rosa dei giocatori, le ambizioni eccessive nei risultati e l’abnorme numero dei dirigenti. A che servono ??

  5. Concordo con Luciano Chiarugi! Ma adesso che si fa? oramai Jovetic, Ljajic, Cuadrado, Savic, non sono più giocatori viola e Salah ha forse veramente sbagliato a “scappare” dalla Viola?

  6. …. bravo Luciano. se li mettiamo tutti in fila i ceduti facciamo uno squadrone. mentre invece ci ritroviamo una squadretta. del resto . società di mezza tacca = squadra di mezza racca. Questa la vera nostra dimensione, dopo la sbornia del primo posto dovuta soltanto al fatto che le altre non carburavano ancora…., o comunque meno di noi !!

  7. Povero Emilio… La tua ingenuità mi fa una gran tenerezza. Ripeti a pappagallo quello che dice ognuno del 700 inutili dirigenti viola ( tutti provenienti dalle scarpe, che è roba uguale al calcio, si sa). I rinforzi non erano necessari se la squadra non fosse stata incompleta già a luglio, sapendo che il mercato di gennaio è’ quello degli scarti. Per il mitico Chiarugi: Ma non l’hai capito che a questi di vincere e della Fiorentina non interessa nulla ?

  8. Questo è il giusto parere di chi ha messo le scarpette bullonate per anni e sa cos’è il calcio. Il resto che sto leggendo, in buona parte, è silenzio.

  9. Tanto poi si ripetono sempre le solite cose…i ciabattini hanno preso la Viola per un tozzo di pane, niente stadio niente investimenti. Vogliono una squadra da posizione medio alta della classifica, il resto se viene viene se no no.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*