Questo sito contribuisce alla audience di

Chiesa: “Fino a qualche mese fa con Tello giocavo solo alla Play Station. Sogno di diventare come Hamrin”

Federico Chiesa in una fase di gioco. Foto: Luca Fanfani /Fiorentinanews.com

Sempre Chiesa a Repubblica parla dei suoi inizi alla Settignanese dove aveva come allenatore Kurt Hamrin: “Come ci divertivamo a correre nel fango. Tornavo a casa sempre pieno di terra, e mia mamma si arrabbiava. Ero un bambino felice, e quando mio padre mi raccontò chi era quel signore io iniziai a sognare di diventare come lui. Io devo ancora dimostrare tutto. Mio padre una volta mi ha detto: diventerai un giocatore di Serie A quando avrai fatto almeno trecento presenze. Il mio mito sul campo? Di Maria: corsa, tecnica, fantasia. Io contendo il posto a Tello, che ha giocato nel Barcellona? Ma siamo matti? Quando ho conosciuto Tello la prima cosa che ho pensato è stata: oddio, fino a un mese fa ci giocavo a Fifa alla Play station. Lo avevo sempre in formazione ed era velocissimo. Un po’ come quando mi trovai contro Dani Alves. Avevo comprato anche lui a Fifa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Federico, un grande!!!!
    Umiltà massima!!!!
    Grazie ad Enrico che lo fa crescere in questo modo in un mondo di avvoltoi.
    Penso a tanti mezzi drogati o a quelli con la m**** nel cervello (Flachi, Osvaldo pensando ai nostri ex, tanto per citarne due) che se avessero avuto la testa e l’umiltà di Federico Chiesa avrebbero avuto una carriera calcistica ben diversa!!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*