Questo sito contribuisce alla audience di

Ci mancava solo Borja Valero terzino. E a rimetterci è proprio lo spagnolo

Ormai Paulo Sousa ci ha abituati a prendere delle scelte di formazione che possiamo definire almeno ‘particolari’. Contro l’Atalanta il tecnico portoghese ha deciso di rilanciare Tello sulla fascia di Conti, per mettere pressione ad uno degli esterni che spinge di più nell’intero campionato e che, nella gara di andata, aveva messo in difficoltà la retroguardia viola. Tutto questo però a discapito di Borja Valero: lo spagnolo è stato in pratica costretto a fare il terzino sinistro in molti frangenti dell’incontro. A discapito perché, per ripiegare indietro, Borja non è mai stato in grado di fare qualcosa di buono con il pallone tra i piedi, ha perso lucidità e anche un sacco di palloni. Il pressing atalantino non gli ha permesso di ragionare e fare la cosa giusta in fase di impostazione e ne è venuta fuori una prova insufficiente per l’ex Villarreal.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. supercannabilover

    Per me non era da insufficienza, gli e’ stato detto di andare in copertura e lo ha fatto bene anche se ha commesso qualche errore. In una partita con tre cambi (e con la panchina viola scarsa) sono possibili cambi di posizione e uno come Borja ha esperienza e testa per farlo. Chiaro che non e’ un difensore pero’ non se l’e’ cavata male. Peccato che senza argomenti si vada a polemizzare su tutto per un buon pareggio a bergamo

  2. Non sono d’accordo con questa analisi : 1- borja ha fatto una prova sufficiente, diciamo sopra la media delle sue partite in stagione, ha recuperato diversi palloni in zona difensiva ed ha messo in campo una buona dinamicità, è vero ha perso qualche palla e sbagliato qualche passaggio ma ciò è la sua costante dell’intera stagione indipendentemente dal ruolo affidatogli 2- non c’è la faccio più a sentire questa storia sul ruolo e soprattutto sulla parola magica fuori ruolo perché in linea di massima i giocatori professionisti si devono saper adattare ed integrare in funzione al gioco ed all’ equilibrio di squadra; proprio su borja quest’anno ho sentito parlare di fuori ruolo da trequartista da centrale e così via forse molto più semplicemente è un giocatore che ha dei limiti evidenti che con il passare degli anni si stanno accentuando pur riconoscendogli delle indubbie qualità. È chiaro poi che i giocatori hanno delle attitudini le quali devono essere prese in considerazione dall’allenatore ma per favore non ci nascondiamo sul giudizio fuori ruolo, se non siete convinti parlatene con mandzukic

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*