Questo sito contribuisce alla audience di

Ciao Vecino: arrivato ragazzo, va via da uomo

Acquistato nell’estate 2013 dal Nacional come semi sconosciuto, Matias Vecino lascia la Fiorentina per approdare nella nuova Inter targata Suning e Spalletti. Una crescita esponenziale del mediano tuttofare viola, sotto gli occhi di tutti, passata dalle prime difficoltà in viola, i primi lampi a Cagliari e dagli insegnamenti di Maurizio Sarri, che non a caso lo voleva portare a Napoli, a Empoli, oltre alla titolarità ormai fissa in nazionale. Matias da oggetto misterioso è diventato il polmone della Fiorentina di Paulo Sousa, la gambe in perenne movimento per permettere a Borja Valero e Badelj di cucire gioco. Senza disdegnare colpi di classe e anche un discreto bottino di gol (5 in 61 presenze con la Viola in Serie A), anche se il tiro in porta è forse la freccia che più manca al suo arco. Un addio per 24 milioni di euro, che permette alla società di registrare una super plusvalenza, grazie alla clausola di rescissione, ma anche la sensazione che con questa cifra, anche reinvestendola tutta, sia difficile trovare qualcuno all’altezza, un centrocampista così completo e ben rodato in Serie A. Mancherà alla mediana viola, e anche al pubblico. Mai una parola fuori posto, sempre con la maglia sudata a fine partita. Il ragazzo uruguaiano arrivato in punta di piedi se ne va da uomo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 commenti

  1. Vai vai capretta……arrivato ragazzo andato via come uno s…..

  2. Ma che ha fatto questo in 4 anni? Mah, a me non pare sia stato una pedina fondamentale. Bravo ragazzo, professionista serio, ma 24 milioni…

  3. In ogni caso si tratta dell’ennesimo mercenario comprendendo nel termine anche il furbacchiotto del suo procuratore…

  4. capretta il tuo articolo mi ha emozionato;scrivine ancora,mi raccomando non è vero

  5. capretta il tuo articolo mi ha emozionato;scrivine ancora,mi raccomando

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*