Cicinho: “Alla Roma bevevo e fumavo molto. Un giorno dopo una marea di caipirinhas e birre ho visto Gesù. Non ho preso droghe perchè…”

Tifosi Roma

Ricordate Cicinho? L’ex terzino brasiliano del Real Madrid, che sbarcò a Fiumicino nel 2007 per vestire la maglia della Roma? Proprio in questi giorni ha rilasciato un’intervista preoccupante, che sa tanto di grido di allarme: Ho bisogno di bere fino a svenire, sto rischiando la vita. Ha poi continuato a confessare ai microfoni di ESPN in Brasile:Non mi accontento di uno/due bicchieri. Un giorno ho incontrato Gesù dopo aver bevuto 18 capirinhas e 14 birre”. Cicinho rivela che il suo problema si era già fatto vivo ai tempi della sua esperienza a Roma: “Arrivavo a Trigoria, mi allenavo ma sapevo che la domenica non avrei giocato.  E allora quando arrivavo a casa bevevo molto e fumavo. A casa avevo casse di birra e altri tipi di alcool, bevevo da solo o insieme a falsi amici. Mi piaceva andare in discoteca, bevevo e non riuscivo a fermarmi. Non ho preso la droga solo perché sapevo che c’erano i controlli antidoping altrimenti l’avrei fatto”. L’ex-Roma è ora svincolato dopo l’esperienza con i turchi del Sivasspor. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Terzino destro 36enne con un discreto passato e una testa malata… cara redazione, mica l’articolo è un preludio ad un suo futuro in viola???
    😀 Un saluto Redazione

  2. Ma vattelo in **** testa di *****……

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*