Cigarini, l’offerta della Fiorentina è troppo bassa, ma il giocatore vuole la viola

Cigarini Fiorentina Atalanta

Luca Cigarini è l’obiettivo numero uno per il centrocampo della Fiorentina ma ancora, come ha ribadito anche lo stesso procuratore ieri sera, c’è una certa differenza tra domanda e offerta. Secondo Repubblica i viola sono fermi a 1,5 milioni di euro mentre l’Atalanta ne chiede 3,5. Una distanza rilevante ma non impossibile da colmare specialmente con il giocatore che spinge per approdare a Firenze. Magari ci vorrà qualche giorno in più ma la sensazione è che alla fine Cigarini sarà un giocatore della Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. E infine per I’m bored: Matos era un tornante sinistro sin dai tempi della primavera di Buso che faceva il 4-2-3-1 con Acosty a destra, Carraro mezza punta e/o 3/4tista e Iemmello o Baba (ma anche Seferovic quando fu preso) prime punte.
    Ma Matos essendo molto versatile sa fare il tornante destro, la 1° e la 2° punta, ma il suo ruolo vero e dove rende di più è tornante a sinistra. Vatti a rivedere i filmati della primavera di Buso please.

  2. Segue: Ale.Vet.1962, se fosse per te Bernardeschi sarebbe ancora al Crotone, Baba al Modena e Antognoni sarebbe rimasto all’Astimacobi invece venne da noi a 17 anni es esordì subito in serie A e 1 o 2 anni dopo era in nazionale. Meglio i giovani di tante seg.. e mezze seg… straniere super valutate e strapagate, almeno il 50-60% di loro dovrebbero rispedirli a casa.

  3. Ale.Vet.1962, allora Donnarumma e Calabrese del Milan, Cataldi della Lazio, l’anno scorso Rugani nell’Empoli, Baselli nell’Atalanta ecc erano tutti Messi???? Ma vaia vaia.

  4. La differenza di valore tra Matos e Cigarini che intendevo era economica oltre che di potenziale futuro, non di valore in campo attuale. Hanno ruoli diversi, Cigarini ha fatto una carriera di belle speranze ma alla fine onesta, Matos deve iniziare. Per me resta comunque un operazione per allargare la rosa più che migliorarla qualitativamente e per far tornare i conti tra cresciuti in italia e giocatori stranieri (esce Rossi entra Cigarini). Avendo già Tello come colpo potenziale dovrà uscire un altro straniero. In quest’ ottica un arrivo di un difensore cresciuto in Italia mi sembra più probabile di un arrivo dall’ estero data la difficoltà di cedere i nostri.

  5. Va bene che sono parole in libertà, ma un pochino di logica la vogliamo usare? Non è lo scambio delle figurine Panini. Sul valore assoluto dei 2 giocatori a mio parere c’è una bella differenza (pur partendo da ruoli diversi) a favore di…..Cigarini tutta la vita. Matos dovunque sia andato ha avuto difficoltà, anche a Carpi ha fatto 2 gol di cui uno conte la Samp sul 5 a 0, può essere un discreto cambio ma poco più. Cigarini è il classico regista che può servire sa segnare è cattivo il giusto ha gamba (più di Borja). Nel Napoli ha fallito perché Mazzarri non usa il regista e aveva Gargano e Behrami per fare legna (anzi legnare proprio) e Hamsik come trequarti per assist e inserimenti. Sul costo, qui vengono fuori le solite questioni di mercato. Se uno viene da te per comprare una cosa che gli serve assolutamente e tu lo sai è logico che il prezzo cresca. Però in effetti 2 milioni di differenza su un giocatore di 30 anni mi sembrano troppo (non parliamo di Pirlo). Su Capezzi sono proprio sparate così per dire. È al Crotone in lotta X la serie A. Se è in prestito annuale per riaverlo a gennaio non penso che loro lo cedano a cuor leggero. Sui giovani mi sono espresso, non hanno la fisicità per reggere la serie A, a meno che non siano fenomeni alla Messi.

  6. Batigolle . Suarez non ha mai giocato, Badelj ha un infortunio non grave comunque non tale da richiedere un sostituto. Abbiamo bisogno di un esperto costruttore di gioco e oggi in Italia non ce ne sono molti migliori di Cigarini e non è vero che fa la riserva ridicola battuta. Non nego che nutro anche io speranze in Capezzi, ma è presto facciamolo crescere insieme a Diakate .Mauro ci informa che gli altri trattano i giocatori a 10 milioni noi invece…. Siamo seri Mauro , ma chi te lo dice ? Per ora nessuno a tirato fuori un euro al massimo si tratta il riscatto ( diritto e mesi obbligo) dopo il prestito. Infine Matos . Non è male , ma non è un tornante, è una punta o mezza punta ; siamo pieni di giocatori con queste caratteristiche e ne possiamo fare tranquillamente a meno. Comunque questa è la mia modesta opinione e spero di avere in squadra un giocatore come Cigarini che sa dare del tu al pallone come pochi. Vedremo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*