Cobolli Gigli: “Neto è un giocatore che temo, spero possa essere della Juve”

L’ex presidente della Juventus, Giovanni Cobolli Gigli, ha parlato così a Tuttomercatoweb.com della partita di questa sera con una battuta anche su Neto: “Temo molto Salah che è stato un giocatore continuo dopo il suo arrivo in Italia, ma temo anche Neto che mi auguro possa essere un giorno della Juventus. A dispetto delle voci di mercato sta dimostrando tutta la sua professionalità, mi piace molto. Un’altra cosa che temo è sicuramente il gioco di Montella”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Ricordiamoci sempre che i giocatori vanno e vengono……la viola rimane sempre

  2. son mesi che dice queste parole su Neto, prende per il …………..
    Forza Fiorentina e Forza Barcellona o forza Bayern Monaco , il campionato l’hanno vinto e contro il monaco passano ma in coppa nelle semi devono uscire e con delle belle bastonate ,tipo quella della Roma contro il Bayern e poi contro la viola , un 7 a 0 e un 3 a 0 se lo meriterebbero proprio, difficile ma se lo meritano anche per le pagliacciate con Marchisio ,tevez e per lo scippo di Neto, se non fanno i ladri non sono loro

  3. Ladriiiiiiiii

  4. Oh Cobolli nonchè Gigli, o che ci prendi per il c….. ? eh tu lo sai che è già vostro… si vede che tu vieni dalla scuola di Moggi Giraudo e Bettega… i tre ladroni !!!!!!!

  5. Che tristezza questa ipocrita farsa

  6. Fiorello68 ha perfettamente ragione. neto è sicuramente un buon portiere ma nulla più. Appena possibile avanti con tata (che ha disputato ottime gare come a Tottenham) ealla fine della stagione insultare quel mercenario (anche se non credo anandrà al 100% ai gobbi)

  7. mauro d.o.c.g.

    Ma stai zitto Gobbogli Gigli costììììì………………….

  8. Tranquillo, lui è gobbo dentro, c’ha il sangue bianconero è già vostro da tempo. Ma il bello è che qui, a Firenze, c’è anche gente che lo esalta e lo giustifica, sto gobbo infame. In panca appena rientra Tata, in panca e vorrei anche vedere!

  9. Chi vive sperando…………..muore ………..!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*