Cognigni: “Bernardeschi lo avremo ancora per lungo tempo. Presenza di Della Valle a Londra testimonia l’attaccamento”

Al Meyer c’è anche il Presidente Esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni che affronta diversi temi: “L’eliminazione dall’Europa League brucia tantissimo come tutte le sconfitte, poi spesso bisogna rendersi conto che affrontiamo realtà superiori alla nostra. Non abbiamo sfigurato, sono anzi soddisfatto della prova dei ragazzi. Guardiamo al domani con vitalità ed energia che sarà ancor maggiore perché la nostra è una realtà importante.
Ora terzo posto? L’obiettivo rappresenta una sfida per noi, parliamo di terzo posto perché, obbiettivamente,  è il piazzamento più vicino, però noi giochiamo partita per partita fiduciosi e consapevoli di poter far bene anche contro formazioni davanti a noi. Futuro ancora viola per Berna? Bernardeschi è al suo primo anno di attività, è un prodotto del nostro settore giovanile, noi pensiamo di poterci contare ancora per lungo tempo. Umore di Andrea Della Valle? Non devo raccontarlo io, il fatto che lui abbia deciso di andare a Londra nel pieno della settimaan della moda vi fa capire quanto lui sia attaccato alla squadra e quanto sia importante per noi essere presenti anche agli eventi sportivi. Infantino alla Fifa? Tutti i miei complimenti perché è una persona che consoco da diversi anni e sono convinto che possa portare novità improtante. Accordo in Lega? Lo vedo coma una base su cui portare avanti quella modifica di cui parlavo tempo fa e la Fiorentina è stata una parte fondante di questo accordo, siamo dunque ancora una volta partecipi“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. roberto novoli

    Se lo dice lui signiifica che l’hanno già venduto

  2. Antonio da Papiano

    Come si fa ormai a credere alle parole di questa proprietà dopo innumerevoli fatti in cui sono stati puntualmente smentiti ? Bernardeschi (che secondo me non è un fenomeno ma un buon giocatore) sarà ceduto se non al prossimo mercato estivo, in quello invernale o al limite in quello successivo. Abbiamo capito benissimo le politiche di gestione del club: stagioni grigie come quelle dell’Udinese o del Torino (con tutto il rispetto per gli amici granata) e avanti la prossima. Sul terzo posto siamo ridicoli come quando si parlava di scudetto: le prossime due partite ci daranno le nostra “dimensione” come disse Montella lo scorso anno. Il problema che è la dimensione dei Della Valle non quella di Firenze.

  3. lucabilly1963, da Atene, Grecia

    Che tristezza.

  4. Quando vedo quella foto non poso che sentirmi inquieto con quegli occhialoni che mascherano gli occhi (lo specchio dell’anima). Dopo tutte le frottole del calciomercato ogni volta che aprono bocca la gente pensa subito il contrario (basta leggersi i commenti). A tanto sono arrivati questi signori, non c’è che dire una fiducia…. Se ci fate caso dopo la figuretta in coppa che ci ha fatto valere quanto è ridotta la nostra dimensione europea ma anche nazionale i discorsi si dono sviati sulla eterna querelle Bernardeschi si vende o no (ma che c’entra con il campionato e soprattutto proprio ora dopo la pessima figura fatta giovedi!!) e sulla presenza o meno di ADV allo stadio (siccome ha portato bene!). Insomma discorsi buoni per sviare i problemi veri: una squadra ormai ridimensionata. La Roma corre e ci ha di nuovo scavalcato, il Milan pure. Fate i discorsi su dove finiremo tra 15 giorni. Poveri tappetini di una proprietà perdente.

  5. Te l’hai detto e io l’ho pensato.

  6. Conte de pippus

    Se lo dice Gnigni, Berna è già venduto,ah ah ah

  7. berna, come tutta la squadra, pensi solo al campo e a dare il massimo!! non si faccia condizionare da voci false!! testa al napoli e a vincere!! ripartire!!!

  8. Scusate redazione una domanda, comunque sia ma non doveva essere la fiorentina ha chiedere la proroga al comune?mi sembra che il presidente dica un’altra cosa
    Quella a cui fai riferimento te era una notizia lanciata da La Repubblica che ancora non ha avuto corrispondenza nei fatti. Per chiedere la proroga comunque, eventualmente, c’è ancora tempo. Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*