Questo sito contribuisce alla audience di

Collovati a FN: “Fiorentina terzo incomodo per l’Europa League. Il rapporto tra Sousa e la società è compromesso, ma la squadra sta con il tecnico”

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Fulvio Collovati, ex giocatore e dirigente sportivo e attuale opinionista, ha parlato a Fiorentinanews.com dei temi più caldi del momento in casa Fiorentina: “Lotta per l’Europa League? Ci sono ancora quindici punti a disposizione. Le milanesi hanno la pressione addosso, non vengono da un momento positivo e inoltre a Milano c’è molta distrazione a causa delle nuova proprietà. C’è molta più attenzione a rifare la società, a parlare di ambizioni e progetti che alla corsa all’Europa League. La Fiorentina può quindi inserirsi nei problemi altrui e recitare la parte del terzo incomodo”.

Conviene davvero arrivare sesti e giocare partite ufficiali già dalla fine di luglio?

“Questo è un alibi che si dà ai giocatori. Gira questa voce a Milano, che non ci sia tanto impegno per evitare i preliminari di Europa League. Secondo me è una balla colossale: l’obiettivo Europa deve essere un obiettivo primario e le tournée di fine stagione non possono incidere sul prestigio internazionale di due squadre che devono raggiungere l’Europa. Inter e Milan hanno il dovere di lottare per un posto in Europa League fino alla fine. Lo stesso discorso può essere fatto per la Fiorentina: nonostante il cambio sulla panchina, l’Europa League deve essere un obiettivo primario per una società che ci ha giocato stabilmente negli ultimi anni”.

Come giudica il rapporto tra Sousa e la Fiorentina? 

“Mi pare che ormai il rapporto sia compromesso, la società sta guardando ad altri allenatori. Quando i giocatori sanno che l’allenatore non rimarrà nella prossima stagione, c’è la tendenza a livello psicologico a sedersi un po’ sugli allori. Invece la Fiorentina ha dimostrato di saper reagire e questo vuol dire che i giocatori credono ancora nel loro allenatore e nell’obiettivo che stanno cercando di raggiungere“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. e meno male che la squadra sta con il tecnico! E se non fosse stata col tecnico come sarebbe riuscita a giocare peggio di quanto sta facendo??

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*