Questo sito contribuisce alla audience di

Come in un film (dell’orrore)

Manuel Pasqual probabilmente non si sarebbe potuto immaginare un ritorno migliore dal punto di vista personale nello stadio che lo ha visto protagonista per undici anni. L’Empoli si è presentato al Franchi avendo ottenuto solo due punti nelle ultime dieci giornate, con il Crotone in netta rimonta a tre lunghezze di distanza: il match contro la Fiorentina non faceva presagire altro che un prosieguo della crisi, ma il risultato maturato alla fine dei novanta minuti è stato assolutamente sorprendente. Proprio come l’autore gol gol decisivo, quel Manuel Pasqual che è stato letteralmente messo alla porta da quella società di cui era anche diventato il capitano dopo l’addio di Gamberini. Una storia da film (dell’orrore per quel che ci riguarda), un finale inaspettato che ha fatto gioire i tifosi empolesi e magari avrà fatto ripensare la dirigenza viola sulle scelte fatte la scorsa estate, visti anche i giocatori che l’hanno sostituito. E adesso, complice anche il pareggio del Crotone a Torino, l’Empoli è tornata a più cinque sui calabresi a sei giornate dal termine: il calendario inoltre è favorevole alla banda di Martusciello, che in caso di salvezza dovrà ringraziare (anche) Pasqual e la freddezza con cui ha fatto secco Tatarusanu.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*