Come neve al sole

Astori Gervinho

Trovare cosa NON è andato storto ieri sera contro la Roma è esercizio assai complicato. Ma quando una squadra subisce quattro reti la prima incriminata è quasi sempre la difesa. E quella della Fiorentina ieri sera ha messo in scena un vero e proprio spettacolo di pasticci. In particolare sui primi tre gol dei giallorossi, le responsabilità cadono su tutti e quattro gli uomini della retroguardia viola, nessuno escluso. L’ 1-0 è nato da un errore in fase offensiva di Alonso, che perde palla e dà il via alla triangolazione Pjanic-Salah-El Shaarawy. Sul raddoppio ci mette lo zampino Astori, che devia in modo decisivo il tiro dell’ex viola, anche se l’errore più grave lo commette pochi minuti dopo quando svirgola il pallone all’indietro sui piedi di Perotti a cui solo il palo nega la gioia del gol. Gioia che arriva poco dopo, con la complicità di Roncaglia e Gonzalo. Sul contropiede di El Shaarawy, il primo si addormenta pensando ci fosse il fuorigioco, il secondo tenta alla disperata la scivolata sull’ex Milan, che lo salta come un birillo e serve Perotti per il 3 a 0. E’ vero che da inizio stagione gli interpreti sono sempre gli stessi e la stanchezza ha fatto la sua parte, ma è un’ attenuante che non basta a spiegare e giustificare un reparto difensivo che ieri sera si è sciolto come neve al sole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Bisogna curare meglio la fase difensiva!! sapevamo che loro giocano sul contropiede e gli abbiamo concesso proprio quello!! bisogna essere più concentrati!!

  2. Ma Tatarusanu secondo voi non ha nessuna colpa?

  3. e meno male che ci sono Gonzalo e Astori ! Non dimentichiamo quello che hanno fatto fino ad oggi. Per favore !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*