Come ti trasformo un Bernardeschi

Se c’è un giocatore sul quale Paulo Sousa e il suo staff hanno lavorato molto a partire dalla scorsa estate fino ad oggi è senz’altro Federico Bernardeschi. La sua metamorfosi, specialmente di ruolo, è sotto gli occhi di tutti. L’enfant prodige toscano è passato dal fare la punta pura, sia pur esterna e non centrale, a fare il giocatore di fascia (destra o sinistra è indifferente) vero e proprio nel giro di pochi mesi. Per farlo si è ripartiti dalle basi, da come si affronta un avversario, da che movimenti fare in fase difensiva e come aiutare i difensori (diagonali e altro ancora). Il resto ce lo ha messo lui, correndo come un dannato e dimostrando intelligenza calcistica fuori dalla norma, dote quest’ultima che gli ha riconosciuto il suo allenatore dopo la partita contro la Sampdoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*