Questo sito contribuisce alla audience di

Complimenti Tosel, hai completato l’opera!

PizarroEspulsodaDeMarcoNon bastavano i torti arbitrali subiti contro Cagliari, Napoli, Udinese, Genoa e Inter. Ieri l’ennesima direzione a senso unico nella distribuzione dei cartellini ed una presunzione ed arroganza clamorose. Il rosso clamoroso ed inspiegabile a Borja Valero arrivato al 93′. Ora anche la perla del giudice sportivo Tosel, che ha dato QUATTRO giornate di squalifica al centrocampista spagnolo. Un danno enorme per una squadra che ha già dato preoccupanti segnali di cedimento a livello nervoso e sinceramente è difficile dargli torto. Un danno che va a colpire palesemente e scientemente una società come quella viola che basa la propria esistenza sul rispetto, l’estetica, il bel gioco, il pubblico a bordo campo. Tutte cose che evidentemente in Lega Calcio non sono apprezzate. La misura è davvero colma e a poco o nulla servirà il quasi certo ricorso da parte della Fiorentina. Un complimento sincero a Tosel che ha davvero completato alla perfezione l’opera del signor Gervasoni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

83 commenti

  1. È evidente che al palazzo mafioso stavamo bene quando nel 2012 stavamo x retrocedere, quando eravamo senza pubblico e con molti giocatori bidoni! Ci vorrebbero senza obiettivi, senza progetti, con una tifoseria disunita e violenta! NON AVRANNO NULLA DA NOI, VINCEREMO RESTANDO UNITI! NON SAREMO MAI COME VOGLIONO LORO, LOTTEREMO PER IL MASSIMO, NON CI FERMERANNO, NON ABBIAMO PAURA!! NESSUNO FERMERÀ IL NOSTRO PROGETTO! AVANTI VIOLA!

  2. Si…bravo luca…vieni pure ad urlarci in faccia…ma quello che la tua piccola mente non riuscirà mai a capire e’ l’abissale differenza che passa tra di noi… Torna nella fogna da cui sei uscito e quando nomini la Fiorentina sciacquati la bocca…con l’acido muriatico… SFV!!!!

  3. sono allibito non solo e non tanto per la 4 giornate di squaliica ma per la motivazione. Scrivere che B.V. ha messo le mani in faccia ad un avversartio è stravolgere la reatà al solo ed unico scopo di giustificare una propria malefatta. Ed ancor più ammettere che il giocatore ha spinto l’arbitro con violenza è malafede non per favorire questa o quella squadra ma solo per coprire se stessi. Avallare poi tali menzogne è la riprova dell’intoccabilità della classe o meglio della casta arbitrale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*