Con un Mirante viola un pericolo in meno dal dischetto

image

Le ultime stagioni hanno riservato grandi amarezze alla Fiorentina quando c’è stato da giocare al “Tardini” di Parma: su tutte la beffarda sconfitta dello scorso gennaio, costata tre punti sanguinosi contro una squadra che già allora occupava l’ultima posizione in classifica ed era vicina al baratro dirigenziale. In quell’occasione ci fu per altro anche un colpo psicologico pesante per Gomez, che si fece ipnotizzare da Mirante in occasione di un calcio di rigore: una parata che valse quanto un gol per i ducali, visto poi l’1-0 finale. La stessa beffa l’aveva patita però anche Jovetic, un paio d’anni prima, quando al 90′ di un Parma-Fiorentina 0-1 spedì sui piedi del solito Mirante il penalty dello 0-2. Dal mancato raddoppio si passò, un minuto dopo, al pari dei gialloblu, proprio dagli undici metri. Un destino beffardo insomma quello che ha legato finora Mirante e la Fiorentina e se veramente il portiere dovesse arrivare a Firenze, la squadra viola avrebbe un pericolo in meno da dover affrontare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA