Questo sito contribuisce alla audience di

CONFRONTO DIRIGENZA-PIOLI: COSI’ NON VA. SI CAMBI SUBITO PERCHE’ QUESTA FIORENTINA E’ TROPPO BRUTTA PER ESSERE VERA

Nel calcio i giudizi affrettati sono sempre, o meglio, spesso, sbagliati. Ma dopo sette partite, dopo l’ennesima sconfitta, dopo una prestazione come quella di Verona non sarebbe giusto fare finta di niente. Su un modulo che non convince, su acquisti come Benassi che continuano a giocare fuori ruolo, sui terzini davvero imbarazzanti. Con Laurini in rosa, far giocare Gaspar sembra davvero un qualcosa di autolesionistico. O con Hugo, Astori e Pezzella, non provare la difesa a tre sembra un atteggiamento supponente. Come far battere una punizione dal limite, al novantesimo minuto a Biraghi, che poco prima, un pallone al limite dell’area, lo aveva lanciato in calcio d’angolo.

Con tutto il rispetto non conosciamo ancora il valore generale di Gaspar e Biraghi, ma lì in quei ruoli scoperti da tempo, i tifosi viola meritavano qualcosa di più. C’è il francese, ex Empoli, che nelle ultime partite ha quantomeno dimostrato di saper difendere bene, di essere tatticamente preparato, di avere piedi adeguati alla situazione: ecco, che giochi lui per favore. E’ inammissibile, seppur con una squadra nuova e giovane (anche se poi Sportiello, Astori, Pezzella, Badelj, Benassi, Veretout, non sono proprio alle prime armi), andare in vantaggio a Verona dopo pochi minuti e spegnersi come hanno fatto i viola. Non contro il Napoli, ma contro un Chievo con una carta d’identità non certo giovane E’ inammissibile vedere gli errori che sono stati fatti, in ogni zona del campo. Errori tecnici, errori di valutazione, errori non da Serie A.

L’allenatore è giusto che intervenga adesso, senza aspettare ancora. Cambiando modulo, provando la difesa a tre. Ci dispiace se, in questo senso, nel ritiro estivo si è lavorato su altro. D’altronde, quest’anno si è pensato prima a chi cedere e poi a chi comprare. La priorità era quella e adesso i risultati si vedono. Se questa deve essere la stagione della Fiorentina (non preoccupiamoci, tre squadre peggiori ci sono, ma anche sei o sette), si dia spazio senza paura anche ad Hagi, anche a qualche terzino della Primavera, anche a Babacar dal primo minuto. Non ha senso insistere sempre sugli stessi concetti che, evidentemente, non hanno l’abito giusto per questa squadra, per questa rosa.

In questi giorni ci sarà un confronto tra la dirigenza e l’allenatore, per provare a cambiare, per intervenire. Perché a nessuno va bene una classifica così, ma soprattutto prestazioni del genere. E attenzione, perché alla ripresa del campionato sia Udinese che Benevento non sono due sfide già vinte. Andranno giocate, combattute, con una squadra che continua a giocare a sprazzi e che, invece che migliorare, sembra fare dei passi indietro. Quella di Verona è stata la più brutta Fiorentina della stagione. Si dica la verità, senza nascondersi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

55 commenti

  1. E’ inutile affannarsi tanto, purtroppo la squadra è scarsa e costruita malissimo dal mago di Vernole, che coma al solito ha centrato l’obbiettivo della proprietà primario di fare cassa, e ha speso malamente anche i rimanenti soldi.

  2. Come ho detto più volte e Socrates lo conferma, Benassi vale poco. Un centrocampista per definirlo tale deve saper occupare l’intera zona di centrocampo in base agli avversari e allo sviluppo del gioco. Il Torino, nell’ottica di allestire una squadra competitiva, se ne è liberato cedendolo all’unica squadra che si è presentata per la modica cifra di 13 milioni. In quanto a Pioli, lui sta cercando di trasformare in giocatori di serie A due terzini che di fronte a Tomovic hanno fatto la figura dei dilettanti. Ma che faccia fuori quello stupido modulo che ha adottato e dia qualche chance a Hugo e Milenkovic che non potranno sicuramente far peggio.

  3. Giochiamo pure con la difesa a tre, poi comincerete a dire che Hugo non è all’altezza della serie a e che Chiesa si sfianca sulla fascia lontano dalla porta

  4. Tutti questi discorsi sui moduli di gioco mi fanno sorridere: la fiorentina è una squadra costruita con evidenti lacune quindi al di là dei moduli troverà sempre qualche difficoltà; il principio dovrebbe essere quello di schierare i giocatori più forti e in base a ciò adattare lo schema di gioco (comunque mai rigido) e non il contrario. Per me ancora meno digeribile è il discorso sui ruoli: il giocatore forte se tale lo è veramente sa adattarsi a più ruoli; un esempio piuttosto evidente è benassi, molti sostengono che gioca fuori ruolo, io dico che gioca male, la differenza è sostanziale; benassi è un giocatore di poche qualità, almeno per quello che ci ha fatto vedere finora, cioè lui è un centrocampista che non sa adattarsi a giocare sulla trequarti e questo è indice di mediocrità.

  5. Se avessimo una squadra da quinto o sesto posto sarebbe giusto commentare in negativo il gioco e la classifica che ci vede al dodicesimo posto..ma la mia impressione è che l’attuale posizione è l’esatta realtà del valore di giocatori e allenatore e anche società..non capisco perché tanto clamore..la squadra è questa..allenatore è questo..la prox partita arriva udinese e magari in tanti sono convinti di vincere perché siamo la FIORENTINA che negli ultimi anni è andata sempre in coppa facendo campionati più che dignitosi..adesso siamo completamente un’altra squadra se non ve ne siete accorti..la salvezza è obbiettivo primario e guai se si pensa di essere superiori a tante squadre..siamo meglio di verona e benevento e spero ce ne siano altre tre o quattro peggio di noi che al momento non vedo..forse genoa sassuolo e crotone..ma non ne sono sicuro…FV

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*