Questo sito contribuisce alla audience di

Corsi a FN: “I fiorentini si divertono ogni volta a trovare un cavillo per creare pressioni alla squadra”

Il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, commenta su Fiorentinanews.com il mercato fatto in estate dalla Fiorentina e anche il tipo di stagione che attende i viola: “Credo che la Fiorentina sia una squadra giovane – ha detto Corsi – con un allenatore che sa fare bene con i ragazzi. Io credo che in questo momento l’unica cosa che serve è un po’ più di equilibrio. Fino a quindici giorni fa, dopo tre vittorie consecutive, a Firenze si parlava di Europa League, di squadra di prospettiva, di allenatore fortissimo, di società vicina alla squadra. C’era un clima di fiducia, visto anche l’imminente arrivo dei Della Valle a Firenze. Poi ci sono state due sconfitte e tutto questo si è capovolto. Tutto l’ambiente, e anche la stampa, hanno creato un clima di grande negatività attorno alla società. Io credo che sia questo il grosso limite di Firenze, almeno a livello sportivo. La Fiorentina è una squadra di prospettiva, con giocatori di buon livello ed ora come ora per me credo sia stato già fatto tanto. Le prospettive si creano tutti insieme. I fiorentini però si divertono ogni volta a trovare un cavillo per creare pressioni attorno allo spogliatoio. Ci vuole unione, serenità e fiducia. Io conosco bene Firenze e da sempre la Fiorentina, ha fatto bene solo quando il clima attorno alla squadra era buono”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

29 commenti

  1. Rabiossigeno…vedi non sei ne carne ne pesce ma pretendi anche te di sapere di firenze e dei fiorentini…un altro che non perde occasione per manifestare la sua antipatia verso noi fiorentini…un consiglio TOSCANO DOC..ti cito una frase che rispecchia in pieno il nostro spirito…NON DIR DI ME PERCHÉ DI ME NON SAI…PENSA PER TE…E POI DI ME DIRAI. P.S. una precisazione FIRENZE È UNA CITTÀ INTERNAZIONALE CONOSCIUTA E VISITATA DA MILIONI DI PERSONE OGNI ANNO…PROVINCIALE SARÀ QUALCUNALTRO…NON NOI…SALUTI DA UN FIORENTINO D.O.C…FORZA VIOLA

  2. Roberto, con la Roma sotto un acquata allucinante, nn ho percepito “cori contro”. Se si esclude “il caldo saluto” iniziale a Gnigni, i ragazzi della curva hanno fatto un tifo indiavolato, almeno fino a risultato compromesso.
    Chi dice che si sentivano solo i romani, parla per sentito dire. Io li ho sentiti solo alla fine, per il resto, come sempre, la curva ha sostenuto la squadra.
    Te che immagino, nn sostiene la Fiorentina da ieri, ricorderai le contestazioni “old style”, mi pare strano scandalizzarsi per quello che in confronto è solo un pacato dissenso.
    Te dici di nn venire allo stadio perché nn condividi “l’ambiente” polemico, io scommetto che con una squadra più forte e ambiziosa, una squadra che nn “vivacchia”, lo stadio tornerebbe ad essere strapieno.
    La contestazione nasce da quello, con tutti i nostri difetti, noi nn sopportiamo due cose: essere presi in giro e “vivacchiare”.

  3. mi dispiace S69 ma confondi il senso critico con il disfattismo.
    sono nato a Firenze e vivo in provincia,non odio certo nessuno, tanto meno vi invidio,ma non trovo intelligente l’autolesionismo di alcuni ,che fa molti più danni dei Della Valle, che non amo x niente…
    e poi non capisco che senso ha dire che noi siamo così, prendere o lasciare, in relazione al tuo discorso sul migliorare i propri limiti….detto questo dopo tanti anni in giro a seguire la Viola,pur essendo un provincialotto,ad oggi non vengo più allo stadio perché non condivido il modo CONTRO di tifare di tanti,sarà che invecchio ,ma visto il colpo d occhio con la Roma, forse rivedere alcune cose nella tifoseria aiuterebbe anche la società ad essere costruttiva..

  4. Non si capisce perche il presidente di un’altra squadra piu volte alla settimana debba parlare o fare critiche alla FIORENTINA e ai suoi tifosi..una società seria avrebbe gia fatto un comunicato per dire a corsi di farsi i caxxi suoi gentilmente..gia una società seria..FV

  5. Ha ragione:per me che non sono ne di Empoli ne di Firenze(ma toscano doc) giudico più provinciali i fiorentini.

  6. Corsi non mi ha mai fatto impazzire,ANZI l’ho sempre contestato e definirlo antipatico è stato il miglior complimento che gli ho fatto.
    Questa volta devo dire,e mi costa tanto, che ha invece veramente ragione, ha descritto perfettamente Firenze,la Fiorentina e noi tifosi.

  7. Vedi Roberto, per te il senso critico l’è un limite, per me è uno stimolo per crescere.
    Nn conosco nessuno che sia arrivato all’apice della propria attività accontentandosi, per arrivare in cima è obbligatorio migliorare i propri limiti, avere senso critico è essenziale.
    Questa città vive in simbiosi con la sua squadra di calcio come in pochi altri posti succede, da moltissimo, è logico che molto pretenda. Un ex sindaco ebbe a dire che il primo partito a Firenze nn è il Pd, ma la Fiorentina. Mi rendo conto che nn a tutti si possa risultare simpatici, qualcuno ci odia (specie in provincia, ma quella in larga parte è invidia) ma siamo così da sempre e chi si è alternato ai vertici della Fiorentina, ha imparato che con la squadra si piglia tutto il pacchetto, nel bene e nel male, ciò che piace è ciò che nn piace.
    L’alternativa è fare come questo: fare il presidente a Empoli, un paesotto dove chi segue il calcio è grato a chi li tiene in qualsiasi categoria superiore alla serie C, perché la dimensione di quella realtà è la serie C.
    Ribadisco, in ultima analisi, piaccia o no, la Fiorentina nn è scindibile da città e cittadini. Se fai bene ti portiamo in trionfo (questa proprietà ha conosciuto in passato la concreta gratitudine dei fiorentini) se ci pigli per i fondelli, ti becchi le contestazioni.

  8. Per me ha perfettamente ragione. Ultimi o primi sempre forza viola!!!

  9. Se dipendesse dai Fiorentini si vincerebbe uno scudetto all’anno, schiavo di Firenze!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*