Corvino alla squadra: Riflettete sui primi venti minuti contro l’Inter

Mario Cognigni in compagnia di Pantaleo Corvino. Foto: Fiorentinanews.com
Mario Cognigni in compagnia di Pantaleo Corvino. Foto: Fiorentinanews.com

Una sconfitta con l’Inter che fa male, ma anche tanta voglia di riprendersi e ottenere tre punti con il Palermo. E’ una Fiorentina sospesa tra questi due sentimenti quella che sta per ricominciare ad allenarsi in vista del prossimo impegno di campionato. Intanto però Corvino un discorso alla squadra lo ha già fatto. Secondo il Corriere dello Sport-Stadio il direttore generale dell’area tecnica viola ha già detto ai suoi di “riflettere sui primi venti minuti di San Siro”. Venti minuti che sono stati molto amari da digerire per tutti, a cominciare proprio dai dirigenti fino ad arrivare, inevitabilmente, anche ai tifosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Non li ho visti affatto così drammatici quei 20 minuti, sono stati errori e mezzi errori individuali a compromettere la partita, oltre alla bravura e alla fortuna, tre tiri tre gol in 20 minuti non capitano tutte le domeniche, dell’Inter. Ll’Inter ha approfittato di piccoli e grandi errori nostri, ma sul piano del gioco mai ci ha messo in difficoltà, ha rubato un paio di palloni, nulla di più, in quei 20 minuti, noi abbiamo giocato sempre ma non siamo stati impeccabili dietro, e c’è una colpa in quello, è questione di concentrazione e di fare la scelta giusta al momento giusto, non l’abbiamo fatto, e l’inter in ogni occasione ci ha punito. Non ci ha mai messo sotto l’Inter, in questa partita, neppure per un minuto. E’ stato un 3-0 assolutamente casuale. Abbiamo avuto le stesse occasioni dell’Inter nei primi 20 minuti, ma non le abbiamo segnate, loro sì. Bisogna avere più testa, ma giocando ogni tre giorni ci sta di sgarrare qualcosina. Dò più merito si singoli dell’Inter che agli errori dei singoli nostri in questa partita. Poi il singolo determinante è stato l’arbitro, ma è un’altra storia.

  2. Ma i tifosi cosa centrano Corvino ? Ora se la viola becca 3 pere in 20 minuti è pure colpa nostra ? Questa l’è bellina si

  3. Corvino fa bene a farsi sentire con i giocatori ma con sousa e le sue scelte da fenomeno alla rovescia? Sousa sbaglia per avere ragione. È disposto a perdere per avere ragione. E per quale motivo non si sono allenati ieri? Sousa società e squadra accumunati dalla stessa mentalità del vincere o perdere è uguale. Siamo troppo buoni a Firenze. Vivono troppo sereni.

  4. I primi 20 minuti di dramma sono dovuti essenzialmente a due cose, come ho già scritto e riscritto : 1) il pressing asfissiante ed alto, terzini compresi, che ha fatto l’Inter in quei minuti e la disposizione a centrocampo della Fiorentina. Cioè noi avevamo tre difensori, due centrocampisti ed un trequartista che rientrava ( Bernardeschi) mentre Ilicic e Kalinic stavano alti in attesa di eventuali lanci mentre l’inter aveva un attaccante, tre centrocampisti e due terzini a fare pressing. Noi non avevamo mai l’uomo libero a centrocampo per uscire dal pressing, si perdeva palla, si rischiava e, inetivabilmente, così si prende goal. 2) La differenza tecnica con diversi giocatori dell’Inter. Noi , nè in pressing nè in azione, sappiamo saltare l’uomo, sappiamo dribblare e creare superiorità numerica, loro invece sì con i vari Perisic, Icardi, Candreva e Brozovic. Quando l’Inter ha mollato il pressing, frutto di fatica o perchè psicologicamente già soddisfatti, allora siamo venuti fuori noi, sia alla fine del primo tempo che, ancora molto di più, nel secondo. Tutto qui, è una questione di impostazione di gioco e di validità di giocatori. Ed è raro che, nel lungo periuodo, chi ha giocatori peggiori, chi non investe, chi fa autofinanziamento, vinca i Campionati o le Coppe.

  5. Si riflettano anche i DV per i mercati di m……… fatti negli ultimi tre anni chi è causa del suo mal pianga se stesso .

  6. Sembra quasi per tutti! Tranne Sousa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*