Corvino bis, svolta o passo indietro?

Pantaleo Corvino in primo piano. Foto: Fiorentinanews.com

Ormai è praticamente certo che il successore di Daniele Pradè sarà Pantaleo Corvino che curiosamente è anche il suo predecessore. Ripercorrendo un po’ la storia della vicenda ci ricordiamo che i Della Valle decisero di allontanare Corvino e puntare poi su una società più strutturata, senza un unico accentratore ma suddividendo i poteri, e questa era la linea portata avanti da Andrea Della Valle. Ora torna Corvino che logicamente non potrà essere un uomo solo al comando ma sappiamo quanto al Corvo piaccia lavorare in autonomia. Corvino è uno che ci mette sempre la faccia, anche quando sbaglia, ma vuole farlo in completa autonomia e sarà dunque necessario capire come i Della Valle vorranno ristrutturare l’impianto societario. Da capire, dunque, se il ritorno di Corvino può essere considerato un passo avanti o un ritorno al passato, con Diego Della Valle che ha fortemente spinto per riportare il direttore sportivo a Firenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Penso che il Corvo,
    sia stato richiamato per dare una scossa apparente alla tifoseria in attesa di avere dal Comune tutti i permessi in ordine per costruire la cittadella Viola, dopo di che vendere in toto la società al migliore offerente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*