Corvino e la tattica dello sfinimento

Corvino Conferenza Stampa Moena

In tutti questi anni Pantaleo Corvino ci ha abituati alla sua testardaggine nel soffermarsi sulle cifre da lui prestabilite per determinate trattative. Una strategia che il Corvo metteva in atto già nella sua prima esperienza, quando di soldi ce n’erano molti più a disposizione. Ed è la strategia che inevitabilmente è andata in scena in questo mercato: lo abbiamo visto per Sanchez, che si è ridotto alla fine lo stipendio pur di venire a Firenze, ma anche per Tello, che il Barcellona inizialmente non voleva assolutamente concedere in prestito con diritto di riscatto. Stessa situazione insomma anche per Vedran Corluka, con un doppio fronte su cui agire: dall’offerta alla Lokomotiv a quella per lo stesso calciatore. La speranza di Corvino ovviamente è quella di convincere a lungo andare anche il club russo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Quelli sfiniti siamo noi tifosi coscienti che anche questa volta non arriverà nessuno!
    DV vergognatevi!

  2. Intanto sfiancati siamo noi tifosi e il buon Sousa che aspettiamo da tempo il difensore. Mi sembra la storia dell’attaccante di qualche anno fa. Di vendere qualcuno non se ne parla, di mettere soldi manco a parlarne per cui campa cavallo.

  3. Della Balle fuori dalle palle….

  4. L’unico sfinimento certo e’ per noi tifosi, perche ‘ ancora non e’stato preso il centrale difensivo che manca da quando e’stato ceduto Savic e ancora non si e’fatto un acquisto serio.

  5. Non è facile far quadrare i conti, rispettando i bilanci e non avendo sufficienti risorse da poter investire sul mercato; Corvino è costretto a tenere questo comportamento perchè le disponibilità mancano e certamente i rischi di perdere capre e cavoli sono elevati…sono buoni tutti, se sai scegliere i giusti giocatori, a fare mercato con un sostanzioso bugget

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*