Corvino ed un assetto da rivoluzionare

Corvino4

Suggestione o meno, resta il fatto che di Pantaleo Corvino di ritorno alla Fiorentina si parla con una certa insistenza negli ultimi giorni. Da un lato sembra un paradosso, visto che i Della Valle se ne separarono per l’eccessivo potere assunto dal ds nell’ultimo periodo di permanenza. Dall’altro resta il noto apprezzamento di Diego Della Valle, al quale non dispiacerebbe un dejavù. Certo è che, visto lo status attuale dell’organigramma viola, il rientro di Corvino imporrebbe una vera e propria rivoluzione: ai suoi tempi infatti non c’erano tutte queste figure, di ostacolo spesso e volentieri alle azioni di mercato. Per questo l’ipotesi resta comunque difficile, a meno di ribaltoni improvvisi a fine stagione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Il miracolo Leicester non e’ nato per caso, dietro c’e’ un’ottima organizzazione societaria, e valenti professionisti.Il suo (ex) capo video-scout e’ stato, ad esempio, appena ingaggiato dall’Arsenal. Poi uno vede la Fiorentina, gestita part-time da un commercialista, e gli cascano le braccia….poi parla Andreino, ed e’ anche peggio….

  2. Corvomagno!!bravo Mau 46, sei l’unico che ha capito tutto.complimenti!!!!

  3. CorvoMagno ogni affare un guadagno!!!!!!!!…….ma in dove?????
    Le minestre riscaldate fanno male come un clistere di bullette.

  4. Se torna lui nn solo saltano Pradė, Angeloni e co, ma, cosa più importante, Gnigni, viene fatto fori dalle decisioni tecniche sulla squadra. Il che sarebbe già tanto. Poi se Diego si espone in una scelta controversa, magari vorrà difenderla. Magari scuce qualche migliorata per dimostrare che lui è “Della Valle” e Andrea è il fratello di Della Valle.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*