Corvino: “Feci di tutto per portare Eder alla Fiorentina ma…”

image

Pantaleo Corvino, ex direttore sportivo della Fiorentina e oggi al Bologna, parla così a Il Secolo XIX: “Portai Eder in Italia per uno stage da giovanissimo, poco dopo andai alla Fiorentina e feci di tutto per tesserarlo. Eravamo d’accordo su tutto, ma ci furono problemi sul passaporto da comunitario e lui finì all’Empoli“. Dunque solo dei problemi burocratici bloccarono l’arrivo di Eder alla Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. In un’altro articolo dice che Eder gli fu soffiato dall’Empoli mentre la Fiorentina faceva le pratiche x farlo diventare comunitario. Ma non poteva prenderlo lo stesso e poi girarlo in prestito x 1 anno a una squadra che aveva libero il posto da extra counitario? Oppure poteva comprarlo subito e lasciarlo in Brasile in attesa che diventasse comunitario. All’epoca Eder (16 anni) costava solo 800 mila euro, quindi non una cifra alta. Corvo raccontala tutta.

  2. Dei “se e dei “ma” e’ pieno il mondo!…..e Corvino se ne fa un vanto! Con un se in piu’ ed in ma in meno sarebbe stato il Padreterno!
    Ma perche’ non va in pensione???…….sarebbe molto piu’ salutare un assordante silenzio che questa spasmodica ricerca di gloria.

  3. Caro Corvino, come mai nei tuoi affari c’è sempre un ma? Stando ai tuoi discorsi non avevamo le fiorentina, ma il Real Madrid

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*