Questo sito contribuisce alla audience di

Corvino, il ritorno a Firenze è stato un flop

Dopo sette anni vissute sulle rive dell’Arno, a giugno dell’anno scorso Pantaleo Corvino ha deciso di tornare alla Fiorentina. Ma, come evidenziato da calciomercato.com, il dirigente di Vernole ha trovato una situazione delicata dal punto di vista dei conti e si è dovuto dedicare al mercato in uscita, riuscendo a sistemare i conti. Ma il mercato in entrato è stato un flop totale. Diks, Toledo, Dragowski, Milic, Olivera, Sanchez, Tello bis, Salcedo, De Maio, Cristoforo. Questi sono gli acquisti della Fiorentina nell’ultima sessione estiva di Corvino e non ce ne è uno che abbia completamente e indiscutibilmente convinto e che si sia guadagnato sul campo la riconferma per la prossima stagione. Tra chi se n’è già andato e chi lo farà in estate, c’è solo un giocatore che ha convinto, anche se a sprazzi: si tratta di Carlos Sanchez, reinventato difensore centrale da Paulo Sousa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22 commenti

  1. iniziamo dalle basi…questo non riesce a parlare italiano correttamente…

  2. Dispiace per l’uomo ma dovrebbe essere lui stesso a rassegnare le dimissioni. Non è più nel giro che conta e con le sue idee di tanti anni fa non può competere con i nuovi manager del calcio mondiale. Noi avevamo Pradè e lo abbiamo costretto a dimettersi. Eppure guardate che ha fatto alla Sampdoria: ha scoperto alcuni talenti calcistici che il signor Corvino non sarebbe mai riuscito a contattare. Se vogliamo approntare una forte squadra, non possiamo illuderci di farlo con Corvino. I Della Valle e Cognini se ne debbono rendere conto e debbono intervenire prima che inizi la prossima stagione. Il prossimo campionato vanno in Champions League le prima quattro squadre classificate. Le altre restano fuori dal giro soldi e si dovranno accontentare delle elemosine.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*